Contatti

L'analisi

La percezione di pari opportunità e diseguaglianze nello studio OCSE/Amundi

Il lavoro, condotto in 27 Paesi OCSE, offre una panoramica approfondita delle opinioni pubbliche su temi di grande attualità, con spunti interessanti anche per l’orientamento di politiche e azioni future in materia

di Redazione 30 Novembre 2023 16:37
financialounge -  Amundi disuguaglianze economia OCSE Pari opportunità
financialounge -  Amundi disuguaglianze economia OCSE Pari opportunità

“Pari Opportunità e Disuguaglianze: la percezione dell’opinione pubblica” è il tema approfondito da un nuovo studio condotto dall'OCSE, focalizzato sulle tematiche delle pari opportunità e delle disuguaglianze sociali. Il lavoro, condotto in 27 paesi dell'OCSE e supportato da Amundi, offre uno sguardo dettagliato sulle prospettive dell'opinione pubblica riguardo alle pari opportunità e al ruolo degli attori sociali e istituzionali nell'assicurare uguali possibilità di successo per tutti nella società.

ESSENZIALE UN IMPEGNO SIGNIFICATIVO NEL LAVORO


I principali risultati della ricerca, spiega Amundi in una nota, rivelano una serie di punti chiave che riflettono le preoccupazioni e le prospettive delle persone riguardo a un tema cruciale di grande attualità. Tra i principali dati emersi, una percezione delle pari opportunità che secondo la maggioranza degli intervistati indica che un impegno significativo nel lavoro sia essenziale per la determinazione della posizione sociale, ma anche riconosce l'importanza di fattori al di fuori del controllo individuale, come il paese di nascita o il livello di istruzione dei genitori, nel determinare il successo individuale.

RESPONSABILITÀ A VARI LIVELLI


Giudicato importante anche il ruolo dei diversi attori nella lotta alle disuguaglianze: gli intervistati manifestano una chiara preoccupazione per l'attuale livello di disuguaglianza economica e attribuiscono a vari soggetti la responsabilità nella riduzione delle disparità, con differenti approcci in base all'età degli intervistati.

LE AZIONI PER IL CONTRASTO


Per quanto riguarda le azioni per combattere le disuguaglianze, le preferenze sulle politiche per affrontarle variano notevolmente in base al livello di disuguaglianza e mobilità all'interno di ciascun paese, mentre emergono anche differenze significative in relazione al reddito e all'età degli intervistati.

ORIENTAMENTO DELLE POLITICHE


Tutti questi risultati forniscono una panoramica approfondita delle opinioni pubbliche e delle preferenze in merito alle pari opportunità e alla lotta alle disuguaglianze, offrendo spunti interessanti per un dibattito costruttivo e per l'orientamento di politiche e azioni future.

COINVOLGIMENTO ATTIVO DEL SETTORE PRIVATO


Secondo Jean-Jacques Barbéris, Director of the Institutional and Corporate Clients Division & ESG di Amundi, i dati rivelano una diffusa preoccupazione dell'opinione pubblica per l'attuale livello di disuguaglianza economica e la mancanza di opportunità. Ora arriva la sfida più grande, dato che la stragrande maggioranza degli intervistati ha chiesto anche il coinvolgimento attivo del settore privato.

IL RUOLO DI TUTTI I SOGGETTI INTERESSATI


Romina Boarini, Director OECD Centre on Well-being, Inclusion, Sustainability and Equal Opportunity, sottolinea che grazie al sostegno di Amundi è stato possibile raccogliere nuovi dati sulla percezione dell'uguaglianza, contribuendo a colmare lacune su questioni al centro del dibattito in molti Paesi. Ad esempio, il settore pubblico e il privato, come la società civile e i singoli cittadini, sono visti come soggetti che hanno un ruolo da svolgere nell'affrontare la disuguaglianza e la carenza di opportunità.
Trending