Contatti

Geopolitica ed economia

Il professor Parsi a Financialounge.com: “La globalizzazione sarà rimodulata”

Vittorio Emanuele Parsi, professore di Relazioni internazionali all'Università Cattolica di Milano, parla di come stanno mutando i rapporti politici ed economici tra le varie potenze globali, creando un nuovo modello di scambio

di Annalisa Lospinuso 25 Maggio 2023 14:24
financialounge -  Elon Musk Ron DeSantis Russia ucraina Vittorio Emanuele Parsi
financialounge -  Elon Musk Ron DeSantis Russia ucraina Vittorio Emanuele Parsi

Più che alla fine della globalizzazione assistiamo a una rimodulazione di questo modello che ha caratterizzato l’ultimo secolo. Così Vittorio Emanuele Parsi, professore di Relazioni internazionali all'Università Cattolica di Milano, ospite di Financialounge.com On Air, analizza l’affermarsi di nuovi equilibri mondiali legati agli scambi commerciali e alle alleanze strategiche. “Sarà meno estrema di quella che conoscevamo e avrà misure di sicurezza maggiori – dice Parsi – in modo da evitare legami troppo stretti con Paesi nemici. Ma non credo che questo porterà a chiudere le relazioni commerciali. Le grandi potenze non lo vogliono. Ci sarà un riequilibrio tra mercati interni e internazionali”.

GUARDA TUTTA LA PUNTATA



LE ULTIME NOTIZIE SULLA GUERRA RUSSIA-UCRAINA


Sulla guerra Russia-Ucraina il professor Parsi, direttore dell'Alta scuola di economia e relazioni internazionali sottolinea: “L’offensiva russa ha perso inerzia da molto tempo e anche le conquiste degli ultimi giorni (come Bakhmut) hanno poco significato perché arrivano dopo oltre un anno di guerra. Con un costo umano così elevato, oltre 70 mila persone delle truppe russe non può essere considerato un grande risultato”.

PROSPETTIVE SULLA FINE DELLA GUERRA


La fine della guerra? Per Vittorio Emanuele Parsi si andrà avanti almeno fino alla fine dell’anno. “Aspettiamo la controffensiva degli ucraini – aggiunge Parsi – che sarà imminente. Gli ucraini devono vincere la guerra di resistenza per poter porre fine al conflitto e costringere i russi a trattare”.

L'APPOGGIO DI MUSK A DESANTIS


Sul fronte Atlantico, gli Stati Uniti non stanno vivendo un grande momento, tra lotta all’inflazione, rialzo dei tassi delle banche centrali, rischio default e probabile downgrade da parte dell’agenzia di rating Fitch. Anche la politica si riscalda, in vista delle presidenziali del 2024. “Musk ha gettato la maschera – commenta Parsi – ma lui è un conservatore radicale e questo sostegno a Ron DeSantis (governatore della California) lo dimostra. Questo crea qualche problema soprattutto a Trump. E poi vedremo che succederà sul campo democratico. Io penso che, nonostante l'età, Biden abbia dimostrato di essere un grande presidente, cioè un presidente con una visione che ha agito per rafforzare tutto il tessuto di alleanze degli Stati Uniti, nel Pacifico e nell’Atlantico”.
Trending