Contatti

Contenuto offerto da Société Générale

Société Générale lancia tre certificate a capitale protetto con premio di richiamo dell’1% mensile

I nuovi certificati Callable Equity Protection 100, indicizzati ad una specifica azione sottostante, sono in quotazione su EuroTLX di Borsa Italiana e offrono una protezione del 100% del valore nominale a scadenza e un premio di richiamo, in caso di rimborso anticipato da parte dell’emittente, pari all’1% mensile (12% su base annua)

di Redazione 23 Maggio 2023 10:53
financialounge -  Callable Equity Protection 100 Certificate enel eni Intesa San Paolo Societé Generale
financialounge -  Callable Equity Protection 100 Certificate enel eni Intesa San Paolo Societé Generale

I mercati potrebbero dover fare i conti con una buona dose di volatilità anche nella seconda parte dell’anno. L’asset allocation per gli investitori più avversi al rischio, quindi, deve tenerne conto. Per chi mira a ridurre il rischio, Société Générale amplia la propria gamma di certificati a capitale protetto, con l’emissione di tre prodotti legati all’andamento di tre diverse blue chips di Piazza Affari. I nuovi prodotti presentano tutti un valore nominale pari a 100 euro e protezione del 100% del valore nominale a scadenza (rimborso minimo pari a 100 euro lordi). L’investitore deve considerare, come per tutti i certificati, il rischio emittente, ossia il rischio che Société Générale non possa essere in grado di adempiere agli obblighi di pagamento previsti dallo strumento. Va precisato che il garante è caratterizzato da un elevato standing creditizio (i certificati sono assimilabili a debiti unsecured senior preferred di Societe Generale, alle quali Moody’s assegna rating A1 con outlook stabile e Standard & Poor’s e Fitch rating A con outlook stabile).

IN CASO DI RICHIAMO ANTICIPATO


Questi certificati hanno la particolarità ogni mese di poter essere richiamati anticipatamente dall’emittente, a partire dalla prima osservazione mensile del 28 giugno 2023 e alle successive date con cadenza mensile. In caso di esercizio dell’opzione di richiamo il certificato corrisponderà, oltre al 100% del Valore Nominale, un premio lordo dell’1% per ogni mese trascorso dall’emissione, con un rendimento al 12% espresso su base annua. Ad esempio, se l’Emittente decide di richiamare il prodotto dopo 10 mesi, solitamente in concomitanza con un forte rialzo dei titolo, il certificato sarà liquidato anticipatamente per un importo lordo pari al 110% del Valore Nominale (100% + 1% x 10 mesi).

IN ASSENZA DI RICHIAMO ANTICIPATO


Se i prodotti non vengono richiamati anticipatamente, consentono a scadenza di partecipare alle performance positive dei titoli sottostanti (Enel, Eni o Intesa Sanpaolo, in base al certificato considerato), con fattore di partecipazione up lineare. Prendiamo come esempio uno dei tre prodotti proposti, l’Equity Protecion Callable 100 (ISIN: XS2395029387), che si basa sulla singola azione sottostante Intesa Sanpaolo. Il certificato prevede un rimborso minimo pari a 100 euro lordi nel caso in cui, alla data di valutazione finale (fissata in data 17 dicembre 2026), Intesa Sanpaolo chiusa al di sotto dello strike, che è fissato a 2,403 euro. Il certificato partecipa in modo lineare (partecipazione up pari al 100%) alle performance positive dell’azione al di sopra del livello di strike: a scadenza, per ogni punto percentuale guadagnato dall’azione rispetto al valore fissato alla data di valutazione inziale il rimborso aumenterà dell’1%.

SI COMPRANO SU EUROTLX DI BORSA ITALIANA


Oltre al certificato indicizzato ad Intesa Sanpaolo, ci sono anche quelli su Enel (ISIN: XS2395029114, con prezzo strike dell’azione pari a 5,978 euro) ed Eni (ISIN: XS2395029205, con prezzo strike dell’azione pari a 13,396 euro), sono già acquistabili dal 18 maggio sul segmento EuroTLX di Borsa Italiana tramite il proprio broker o intermediario di fiducia.
Trending