Si chiama Lemon8 il nuovo social del gruppo di TikTok

Il colosso cinese ByteDance sta lavorando a un nuovo social network, il cui lancio ufficiale è previsto per maggio

di Stefano Silvestri 27 Aprile 2023 17:17

financialounge -  ByteDance Lemon8 smart Social netwok
"ByteDance, la società madre di TikTok, ti invita a diventare un creator in vista del lancio della sua nuova piattaforma Lemon8 prima che venga presentata ufficialmente negli Stati Uniti!". Così recitava uno dei vari messaggi inviati qualche giorno fa da alcune società di marketing ingaggiate da ByteDance in vista dell’uscita della sua nuova app. Che rischierebbe di passare sottotraccia, persa nel mare magnum dei tanti software che popolano gli app store di Apple e Google, non fosse ByteDance è appunto il colosso dietro TikTok.

PIANO B?


Ma perché mai l’azienda che detiene uno dei social network di maggior successo al mondo vorrebbe distrarre i propri creator, ossia coloro che coi propri contenuti popolano la piattaforma stessa, e portarli in una nuova realtà le cui sorti sono tutt’altro che certe? Il primo pensiero va senz’altro all’attenzione che l’Occidente (soprattutto gli USA) sta ponendo sul social network cinese, e sui correlati problemi di sicurezza relativi al trattamento dei dati personali. Sia chiara una cosa: se l’Europa ha sentito il bisogno di creare il GDPR e se uno dei suoi effetti collaterali è il divieto di usare Google Analytics 3 proprio per il fatto che le nostre informazioni finiscono al di là dell’Atlantico, qualche domanda dovremmo porcela. Dovremmo poi chiederci se metteremmo mai nelle nostre case un dispositivo cinese che ascolti le nostre conversazioni, cosa che eppur facciamo con Siri e Alexa. Ma resta il fatto che a finire sulla graticola del Congresso americano qualche settimana fa non sono stati Mark Zuckerberg, o Tim Cook, o Sundar Pichai o Satya Nadella. E neppure Sam Altman, che col suo OpenAI sta sparigliando qualsiasi giurisprudenza. No, a “processo” è finito Shou Zi Chew, l'amministratore delegato di TikTok, ed ecco allora che l’ipotesi di un piano B si fa più credibile.

TRA PINTEREST E INSTAGRAM


Ma è davvero così? Difficile dirlo ora ma, allo stato attuale delle cose, Lemon8 pare mirare a un posizionamento diverso rispetto a TikTok. Ambisce anch’esso a divenire rilevante a livello globale, ovviamente, ma secondo Krishna Subramanian, fondatore della società di marketing influencer Captiv8, è più una combinazione di Pinterest e Instagram che non una riedizione di TikTok. L’app propone due colonne di contenuto e presenta molte raccomandazioni di prodotti e consigli, con l'obiettivo di alimentare lo shopping. Il focus è più sulle immagini e sui testi anziché sui video, e allo stato attuale la mossa di ByteDance pare più volta a presidiare un segmento diverso nell’ambito dei social, piuttosto che a creare una scappatoia qualora la vita di TikTok in Occidente si faccia troppo in salita.

PROBLEMI IN VISTA?


Anche perché l’attenzione di USA ed Europa nei confronti di ByteDance, dicevamo, è ormai spasmodica e la conferma arriva da Lindsay Gorman, responsabile di tecnologia e geopolitica presso il German Marshall Fund, nonché ex consulente tecnologico dell'amministrazione Biden. “Si tratta di una piattaforma di social media simile ad Instagram, che ha a che fare con la raccolta di informazioni degli utenti e ha la stessa struttura proprietaria, essendo figlia di ByteDance”, ha dichiarato. “Penso quindi che emergeranno gli stessi problemi”. E anche se l'app sembra innocua, "in definitiva, con le piattaforme di social media, si tratta di contenuti e alla fine ciò porterà sempre a contenuti politici e notizie".

IN RAMPA DI LANCIO


Lemon8 è scaricabile negli USA dallo scorso febbraio, pur non essendoci ancora stato un lancio ufficiale. In un’email ai creator, ByteDance ha dichiarato l'intenzione di effettuare una campagna di marketing globale a maggio. L’arrivo di Lemon8 negli Stati Uniti è stato riportato a febbraio dal sito Insider e, secondo Krishna Subramanian, il modello perfetto dei creator di Lemon8 sono le donne di età compresa tra i 22 e i 26 anni, idealmente residenti nella zona di New York o Los Angeles, interessate alla moda e alla bellezza. Difficile prevederne ora il successo ma nei soli USA TikTok vanta una base di 150 milioni di utenti e il fatto che si tratti della nuova app di ByteDance spingerà senz’altro molte persone a dare una chance a Lemon8. E chissà quali nuove direzioni prenderà, qualora riuscisse a sfondare; in fin dei conti tutti ricordiamo i video brevi coi balletti risalenti al lancio di TikTok, ora invece i video long-form sono sempre più preponderanti e vi si trova di tutto, politica inclusa.

Trending