L'analisi

Ethenea: dalla ripresa della Cina shock positivo per l’economia globale, ma porterà inflazione

Andrea Siviero, Investment Strategist di Ethenea Independent Investors, analizza le prospettive del grande paese dopo l’abbandono della politica Zero Covid e la concentrazione delle energie sul supporto alla ripresa

di Virgilio Chelli 16 Marzo 2023 14:57
financialounge -  Andrea Siviero cina Ethenea mercati
financialounge -  Andrea Siviero cina Ethenea mercati

La ripresa economica della Cina sarà uno shock positivo per l’intera economia mondiale, ma contribuirà anche mantenere alta l’inflazione complessiva. La riapertura della Cina dopo la politica Zero Covid rappresenta comunque una svolta positiva che imprimerà slancio all'economia globale. La sua accelerazione si tradurrà infatti in un aumento della domanda nella Repubblica Popolare, che favorirà a sua volta la crescita dei paesi esportatori di materie prime, ma con potenziale ulteriore aumento dell'inflazione complessiva.

POLITICHE DI BILANCIO E MONETARIE ESPANSIVE


È l’analisi di Andrea Siviero, Investment Strategist di Ethenea Independent Investors, dopo che alla fine dello scorso anno il governo di Pechino ha abbandonato la politica Zero Covid mentre quest'anno le energie in ambito economico sono concentrate sul supporto alla ripresa congiunturale tramite politiche di bilancio e monetarie espansive, per favorire la riapertura del grande paese.

PECHINO DECISA A RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI


Siviero sottolinea che il processo di riapertura sarà difficile, ma i vertici di Pechino sono chiaramente decisi a raggiungere i propri obiettivi economici. Malgrado il sostanzioso supporto politico, alla fine del 2022 la congiuntura è apparsa debole a causa dei bassi consumi interni, del calo della domanda internazionale e della disoccupazione persistentemente elevata.

DIVERSI DATI SONO TORNATI POSITIVI


Tuttavia, secondo l’esperto di Ethenea ci sono segnali che il numero di casi di Covid abbia raggiunto il picco nelle grandi città e gli indicatori di mobilità siano migliorati. Si erogano così più prestiti e nel 2023 i dati dei sondaggi sono tornati positivi, tanto nel settore manifatturiero quanto nel terziario. Anche servizi ed edilizia hanno registrato una rapida ripresa grazie alla riapertura e al supporto della politica e dei progetti infrastrutturali.

SHOCK POSITIVO PER L’ECONOMIA GLOBALE


Grazie all'aumento degli ordini nazionali ed esteri, aggiunge Siviero, anche il settore manifatturiero ha messo a segno una ripresa. La riapertura della Cina rappresenta per l'economia mondiale uno shock positivo sul fronte della domanda e dell'offerta, sottolinea in conclusione Siviero, secondo cui una ripresa sostenibile della Cina darà slancio alla domanda complessiva, attenuando gli effetti della debolezza della congiuntura globale.

MA MANTERRÀ ALTA L’INFLAZIONE


Ma questa ripresa contribuirà a mantenere alta l’inflazione, secondo l’analisi dell’esperto di Ethenea Independent Investors.
Trending