L'apertura dei mercati

Avvio prudente per le Borse europee: gas ancora in calo, a Wall Street Google sotto pressione

Prevale la cautela sui listini europei mentre l'attenzione torna sulla geopolitica dopo l'ok della Germania per la fornitura di carri Leopard all'Ucraina. Negli Usa attesa per la reazione di Wall Street dopo i conti Microsoft

di Antonio Cardarelli 25 Gennaio 2023 09:13
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Le Borse europee aprono la terza seduta della settimana in modo cauto. Il Ftse Mib di Piazza Affari, dopo le prime battute, rimane poco sopra la parità. Leggermente in positivo anche Londra, Parigi e Francoforte mentre Madrid perde lo 0,1%.

VIA LIBERA AI CARRI LEOPARD PER L'UCRAINA


La geopolitica torna in primo piano dopo il via libera, anche dalla Germania, alla fornitura di carri Leopard 2A6 all'esercito ucraino. Secondo gli esperti militari una fornitura massiccia di carri di ultima generazione potrebbe imprimere una svolta decisiva alla guerra in Ucraina, anche in vista dell'annunciata offensiva russa di primavera. Dopo l'invio dei carri tedeschi, forniti da 12 Paesi europei, gli Usa invierebbero anche i loro tank Abrams.

MICROSOFT: FATTURATO IN CRESCITA MA TIMORI PER IL PROSSIMO TRIMESTRE


Mentre gli investitori aspettano le prossime decisioni di politica monetaria delle banche centrali (in arrivo a inizio febbraio), l'attenzione è concentrata sulle trimestrali. Tra quelle più importanti pubblicate a Wall Street, nella giornata di ieri è arrivata quella di Microsoft. L'azienda ha registrato un fatturato in crescita e un calo degli utili dovuto, in parte, alle spese per il taglio di diecimila posti di lavoro. Microsoft ha chiuso il secondo trimestre fiscale con ricavi in aumento del 2% a 52,7 miliardi di dollari, mentre l'utile netto è sceso a 16,4 miliardi contro i 18,7 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. L'utile per azione è risultato pari a 2,32 dollari, sopra le previsioni del mercato pari a su 2,30 dollari. Negli scambi afterhours il titolo ha perso terreno. Per il terzo trimestre Microsoft stima un fatturato in crescita, ma meno rispetto alle previsioni del consensus.

GOOGLE SOTTO PRESSIONE A WALL STREET


Sempre a Wall Street occhi puntati su Alphabet (Google) che ieri ha ceduto il 2% dopo la seconda causa per abuso di posizione dominante nel settore della pubblicità su internet intentata dal dipartimento di Giustizia e da altri otto Stati federali. Tornando alle trimestrali Usa, male il titolo 3M (settore industriale) che ieri ha perso il 6% dopo l'annuncio del taglio di 2.500 posti di lavoro a causa della domanda in calo. In Asia sempre chiuse per le festività le Borse cinesi, nel frattempo l'indice Nikkei della Borsa di Tokyo sale dello 0,35% nonostante la chiusura mista di Wall Street di ieri.

GAS ANCORA IN CALO


Poco movimento sui prezzi del petrolio: il Brent marzo sale dello 0,2% a 86,4 dollari al barile, il Wti marzo è stabile a 80,2 dollari al barile. In calo del 2% i prezzi del gas ad Amsterdam a 56 euro al megawattora. Sul mercato valutario protagonista il dollaro australiano che guadagna l'1% circa sulla moneta americana (0,71 dollari americani per uno australiano), mentre il cambio tra euro e dollaro resta alle soglie degli 1,09 (1,0895 da 1,088).
Trending