L’emissione

Arriva bond high yield Tim con cedola al 6,875%

Telecom Italia torna sul mercato dopo un anno, collocando un bond da 850 milioni. Moody’s assegna un rating B1 alle nuove obbligazioni, con outlook negativo: “I proventi per aumentare la liquidità”

di Fabrizio Arnhold 20 Gennaio 2023 17:27
financialounge -  credito high yield obbligazione tim
financialounge -  credito high yield obbligazione tim

Tim torna sul mercato dopo un anno, collocando un bond da 850 milioni (700 milioni le prime indicazioni) con un rendimento del 6,875%. L’obbligazione in euro con durata 5 anni, in avvio di asta, aveva un rendimento al 7%. Per le società di rating, però, Telecom Italia è già un titolo high yield.

TAGLIO MINIMO A 100MILA EURO


Il taglio minimo di entrata del bond è di 100mila euro, verrà collocato alla Borsa del Lussemburgo. Goldman Sachs, JP Morgan,  Bnp Paribas CA-CIB, Unicredit, Sumitomo Mitsui Banking Corporation (SMBC), The Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ (MUFG) sono bookrunner dell’operazione.

MOODY’S, RATING B1


L’agenzia di rating Moody’s ha assegnato oggi un rating B1 alle nuove obbligazioni senior unsecured emesse da Telecom Italia. L’outlook è negativo. “I proventi saranno utilizzati per aumentare la liquidità dopo il rimborso delle obbligazioni Mtn senior unsecured da 1 miliardo di euro scadute il 16 gennaio 2023 e per far fronte parzialmente al rifinanziamento delle prossime scadenze nel 2023”, si legge nella nota di Moody’s.

ESIGENZE DI RIFINANZIAMENTO


Sempre secondo Moody’s, “l’operazione è leverage neutral e consente a Telecom Italia di anticipare la scadenza di parte dei pagamenti del debito al 2023 in un momento di significative esigenze di rifinanziamento”. Tuttavia, a causa delle mutate condizioni di mercato, prosegue la nota, “i tassi di interesse sul nuovo debito senior unsecured sarà probabilmente superiore al debito ritirato, con un impatto negativo sul freee cash flow”.
Trending