L’apertura dei mercati

Borse Ue caute, l’inflazione Uk rallenta a +10,5%

Avvio in lieve rialzo per i principali listini del Vecchio Continente, dopo le indiscrezioni di Bce meno restrittiva. Vola la Borsa di Tokyo (+2,5%) dopo che la BoJ ha deciso di mantenere una politica monetaria ultra accomodante

di Fabrizio Arnhold 18 Gennaio 2023 09:22
financialounge -  BCE borse Gas inflazione mercati
 

Le Borse europee iniziano la giornata di contrattazioni in territorio lievemente positivo, in scia ai futures di Wall Street. A Milano il Ftse Mib apre a +0,21%, il Dax di Francoforte a -0,03%, il Cac 40 di Parigi a +0,01%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,42% e il Ftse 100 di Londra a +0,02%. A Tokyo la Borsa chiude in aumento, con l’indice Nikkei a +2,5%, grazie alla decisione della BoJ di mantenere la politica monetaria ultra-accomodante invariata, che ha fatto calare lo yen, favorendo l'export.

LA BCE POTREBBE RALLENTARE


A dare la spinta ieri ai listini sono state anche le indiscrezioni, riportate anche da Bloomberg, sulla volontà della Banca centrale europea di valutare un rallentamento nell’aumento dei tassi di interesse con un intervento limitato a 25 punti base a marzo, dopo quello di 50 punti base atteso per febbraio.

FOCUS SULL’INFLAZIONE


Gli investitori continuano a seguire con interesse la corsa dei prezzi, con il rallentamento dell’inflazione inglese (+10,5% tendenziale a dicembre 2022 dal 10,7% di novembre). Si attendono i dati Eurostat sui prezzi al consumo dell’Eurozona, mentre nel pomeriggio dal fronte macro arriveranno le statistiche sui prezzi alla produzione Usa di dicembre e sulle vendite al dettaglio sempre relative al mese scorso.

SCENDE IL GAS, SALE IL PETROLIO


Ancora in calo il prezzo del gas naturale che cede il 2%, tornando sotto quota 59 euro per megawattora. Il prezzo del petrolio è in salita, con incrementi di circa un punto percentuale, con il Brent a 86,7 dollari al barile per la consegna marzo, mentre il Wti scadenza gennaio tratta a 81,1 dollari al barile. L’euro scambia stabilmente a 1,081 dollari. Lo spread apre stabile a 180 punti, il rendimento del decennale scende ancora al 3,87%.
Share:
Trending