Politica monetaria

Bce pronta a rallentare il rialzo dei tassi?

Le indiscrezioni su una Banca centrale europea meno restrittiva nelle prossime riunioni di politica monetaria hanno portato il rendimento del Btp decennale in calo al 3,87%

di Antonio Cardarelli 18 Gennaio 2023 10:20
financialounge -  mercati politica monetaria Tassi d'interesse
financialounge -  mercati politica monetaria Tassi d'interesse

La politica monetaria è sempre al centro dell'attenzione degli investitori e dei mercati. Attualmente questi ultimi prevedono ancora un aumento dei tassi d'interesse di 50 punti base nella prossima riunione della Banca centrale europea, in programma il 2 febbraio. Ma nei giorni scorsi sono state rilanciare alcune voci su un possibile rallentamento nel ritmo del rialzo dei tassi d'interesse.

RENDIMENTO DEL BTP DECENNALE IN CALO


L'indiscrezione è stata rilanciata da un articolo di Bloomberg, che a sua volta cita alcune fonti vicine al Consiglio direttivo Bce. La reazione dei mercati si è vista nell'andamento dei rendimenti dei titoli governativi, a cominciare da quelli italiani. Già nella seduta di martedì 17 gennaio il decennale italiano ha evidenziato rendimenti in calo. Un andamento proseguito nella seduta di oggi, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi (scadenza decennale) intorno a 180 punti base e il rendimento del titolo italiano passato al 3,87% dal 3,89% della seduta precedente. In questo senso è arrivato anche il segnale della Banca del Giappone, che ha preferito tenere fermi i tassi d'interesse.

A MARZO UN AUMENTO DI 25 PUNTI BASE?


La mossa della Bce potrebbe arrivare nel meeting del 16 marzo. Ovviamente molto dipenderà dall'andamento dei dati economici, a partire dall'inflazione. Se il rallentamento di quest'ultima sarà confermato anche a gennaio e febbraio, non è escluso che Christine Lagarde possa annunciare un aumento dei tassi di interesse di 25 punti base. Quindi ancora una stretta, perché l'inflazione continua a mordere, ma meno pesante del previsto per non compromettere l'andamento dell'economia nell'Eurozona. Attualmente la Bce ha portato il tasso sui depositi al 2%, quello sui rifinanziamenti principali al 2,5% e quello sui prestiti marginali al 2,75%.
Trending