La trimestrale

Jamie Dimon (Jp Morgan): “L'economia americana resta solida”

Jp Morgan ha chiuso il quarto trimestre del 2022 con un utile netto di 11 miliardi di dollari, in crescita del 5,8% rispetto a un anno prima, con un utile per azione salito a 3,57 dollari da 3,33

di Fabrizio Arnhold 13 Gennaio 2023 15:00
financialounge -  finanza inflazione Jamie Dimon jp morgan Trimestrale
financialounge -  finanza inflazione Jamie Dimon jp morgan Trimestrale

Il fatturato di Jp Morgan è salito a 34,547 miliardi di dollari rispetto a 29,257 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente e contro le attese di 34,353 miliardi. Il quarto trimestre dell’anno 2022 si è concluso con un utile per azione di 3,57 dollari rispetto ai 3,33 precedenti dello stesso periodo del 2021 e superiori al consensus di 3,08 dollari. L’utile netto ha raggiunto quota 11 miliardi di dollari (+5,8%). Il ceo Jamie Dimon ha commentato che l’economia americana “rimane al momento solida”, grazie alle condizioni finanziarie positive dei consumatori e delle aziende.

TENSIONI GEOPOLITICHE E INFLAZIONE


Il numero uno della banca ha proseguito sottolineando come al momento “non conosciamo ancora quelli che saranno gli effetti ultimi degli ostacoli che derivano dalle tensioni geopolitiche, che includono la guerra in Ucraina, la vulnerabilità delle offerte di energia e di beni alimentari, l’inflazione persistente che sta erodendo il potere d’acquisto e che ha fatto salire i tassi di interesse, e il Quantitative Tightening della Fed”.

PRONTI A OGNI SCENARIO


Lo scenario economico invita alla prudenza, soprattutto in questa prima parte dell’anno. “Rimaniamo vigili - ha concluso Jamie Dimon - e siamo pronti a qualsiasi cosa dovesse accadere, in modo da poter servire i nostri clienti, e le comunità di tutto il mondo”. Nel pre mercato, a Wall Street, il titolo di Jp Morgan è in calo di oltre 2 punti percentuali e mezzo, nonostante i ricavi superiori alle attese.
Trending