Il dato

L'inflazione Usa continua a rallentare: +6,5% nel mese di dicembre

L'atteso dato sull'inflazione americana del mese di dicembre segna un rialzo del 6,5% rispetto al +7,1% di novembre, in linea con le previsioni del mercato. Sussidi di disoccupazione sotto le attese

di Antonio Cardarelli 12 Gennaio 2023 14:42
financialounge -  Inflazione Usa mercati
financialounge -  Inflazione Usa mercati

Nel mese di dicembre l'inflazione americana è cresciuta del 6,5% segnando dunque una frenata rispetto al +7,1% del mese di novembre. Un dato in linea con le previsioni del mercato, che conferma la discesa dell'inflazione Usa, cominciata ormai da alcuni mesi. Rispetto al mese precedente l'inflazione è scesa dello 0,1%, anche in questo caso in linea con le previsioni.

INFLAZIONE IN CALO


Il calo dell'inflazione registrato a dicembre è il più importante su base mensile dal mese di aprile 2020, nel pieno della pandemia Covid. Piazza Affari e le altre Borse europee hanno reagito limando i guadagni per poi riprendere la marcia. In particolare il Ftse Mib è passato da +0,6% a +0,4%, ma in seguito il dato è tornato a salire fino a +0,8%. Il dato "core", ovvero quello depurato dalla componente dei prezzi dei beni alimentari ed energetici, è cresciuto dello 0,3%, anche qui in linea con le attese, mentre su base annua il dato depurato dagli elementi più volatili è cresciuto del 5,7%.

SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE


Sempre oggi è stato pubblicato un altro dato cruciale per i mercati, quello sui sussidi di disoccupazione settimanali. In questo caso le nuove richieste sono state di 205mila unità, meno rispetto alle previsioni di 210mila sussidi di disoccupazione, in calo di mille unità rispetto al dato precedente. Il dato sull'inflazione e quello sul mercato del lavoro sono fondamentali per le decisioni di politica monetaria della Federal Reserve. Nel pieno della pandemia, gli Stati Uniti avevano registrato un massimo di 6,9 milioni di nuove richieste settimanali. La media delle ultime 4 settimane è di 212.500, in calo di 1.750 unità dalla media della settimana precedente.
Trending