Segnale incoraggiante

Dopo la Germania inflazione in calo anche in Francia nel mese di dicembre

Il carovita è aumentato del 5,9% su base annua in Francia contro attese del 6,4%. Un dato positivo per l'economia, che secondo l'istituto di statistica è influenzato dal calo del costo dell'energia nel mese di dicembre

di Antonio Cardarelli 4 Gennaio 2023 10:04
financialounge -  economia francia inflazione
financialounge -  economia francia inflazione

Dopo Germania e Spagna l'inflazione segna il passo anche in Francia. Nel mese di dicembre il carovita è rallentato al +5,9% su base annua, dopo il +6,2% di novembre, contro attese di un rialzo del 6,4%. Il dato è stato reso noto dall'istituto di statistica Insee e per il momento è una stima provvisoria dovuta alla flessione dei prezzi dell'energia. Nella giornata di oggi, sul Ttf di Amsterdam, il prezzo del gas è sceso fino a 67 euro al megawattora.

PREVISTO UN CALO STRUTTURALE DA MARZO


L'Insee ha specificato che potrebbe trattarsi di un calo temporaneo, poiché la previsione è per un picco dell'inflazione del 7% nel 2023 prima di un calo strutturale a marzo. Tuttavia, il dato francese arriva dopo i segnali positivi arrivati nei giorni scorsi in altri due importanti Paesi europei: Germania e Spagna.

INFLAZIONE IN CALO DOPO LA GERMANIA


In Germania, nel mese di dicembre, i prezzi sono diminuiti dello 0,8% rispetto al mese precedente mentre su base annua l'aumento è stato dell'8,6% (contro attese di un aumento del 9%) dopo i rialzi del 10% e del 10,4% a ottobre e novembre. In Italia il dato preliminare sull'inflazione del mese di dicembre verrà pubblicato dall'Istat il 5 gennaio.

SENTIMENT DELLE FAMIGLIE IN RALLENTAMENTO


Sempre dalla Francia arriva il dato sul sentiment delle famiglie, che nel mese di dicembre è sceso leggermente. Sempre secondo l'Insee, l'indicatore che riassume l'opinione delle famiglie sulla propria situazione finanziaria, la possibilità di risparmiare, il tenore di vita o anche la paura della disoccupazione si è attestato a 82 il mese scorso, contro 83 a novembre. Le attese erano per un valore in leggero rialzo. La media tra il 1987 e il 2022 era di 100.
Trending