L'apertura dei mercati

Borse europee in rialzo in attesa dei verbali Fed, Apple "brucia" mille miliardi di capitalizzazione

Partenza in verde per i listini europei nonostante la seduta negativa di ieri di Wall Street. In Asia Hang Seng in evidenza grazie al rimbalzo di Alibaba (+8%), in rosso invece la Borsa di Tokyo

di Antonio Cardarelli 4 Gennaio 2023 09:12
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Avvio positivo per i listini europei che non seguono la scia negativa di Wall Street. A Piazza Affari Ftse Mib in rialzo dello 0,4% mentre il Dax di Francoforte guadagna lo 0,7% in apertura.

ATTESA PER I VERBALI FED, GIÙ APPLE


L'attenzione degli investitori, nella giornata di oggi, è concentrata sulla pubblicazione dei verbali del Fomc della Federal Reserve. Dalle minute della riunione del 14 dicembre potrebbero arrivare nuove indicazioni sulle prossime mosse della banca centrale americana, che rimarrà ancora in modalità restrittiva nonostante il rischio recessione. Nella prima seduta del 2023 Wall Street ha registrato un calo dei tre indici principali. Da segnalare Apple che ha perso il 3,74% scendendo così sotto la capitalizzazione di duemila miliardi di dollari. Esattamente un anno fa Apple aveva superato la capitalizzazione record di tremila miliardi. Molto male anche Tesla (-12,7%) che continua a scendere in picchiata.

GEORGIEVA: 2023 RICCO DI INCOGNITE


Solitamente, dopo un anno con perdite maggiori dell'1% (come è stato il 2022) Wall Street reagisce con forti rialzi, ma il 2023 presenta molte incognite. Lo ha ribadito anche Kristalina Georgieva, la direttrice del Fondo monetario internazionale, che ha avvertito che l'economia globale affronterà "un anno duro, più duro di quello che ci siamo lasciati alle spalle". Rialzo dei tassi, aumento dei casi Covid in Cina e guerra in Ucraina sono i fattori negativi che rischiano di influenzare anche l'anno appena cominciato. Tuttavia, Goldman Sachs si dice fiduciosa per una ripresa delle operazioni di fusioni e acquisizioni (M&A) nel 2023.

MALE TOKYO, IN EVIDENZA L'HANG SENG


Nel frattempo in Asia la Borsa di Tokyo inizia il 2023 in forte calo con la prima seduta dell'anno dopo le festività in rosso sulla scia di Wall Street. Al termine degli scambi l'indice Nikkei dei titoli guida ha perso l'1,45% a 25.716 punti mentre il più ampio indice Topix è sceso dell'1,25% a 1.868 punti. In evidenza l'Hang Seng di Hong Kong, che registra un rialzo del 3% grazie al rimbalzo dell'8% di Alibaba Group in seguito alla notizia che Ant Group, che detiene una partecipazione di Alibaba, ha ottenuto il via libera per la raccolta di 1,5 miliardi di dollari.

GIÙ IL PREZZO DEL GAS


Sul mercato valutario, l'euro risale a sfiorare 1,06 dollari. Complice l'inverno più mite del previsto e gli stoccaggi Ue, prosegue la discesa del gas a 68 euro al MWh (-6%) sul Ttf di Amsterdam. Resta debole, infine, il petrolio, a causa dei dubbi sulla domanda globale di energia, con il Brent in discesa a 81,6 dollari al barile.
Trending