L’analisi

Plenisfer Investments SGR: “Il mercato azionario resta in una fase delicata”

Secondo l'analisi di Marco Mencini, Senior Portfolio Manager Equity di Plenisfer Investments SGR, le attuali valutazioni potrebbero recuperare nel 2023 in caso di una significativa ripresa economica americana e di una decisa moderazione dei tassi di interesse

di Francesco Rapetti 19 Dicembre 2022 12:53
financialounge -  BCE FED Marco Mencini mercati Plenisfer Prospettive 2023
financialounge -  BCE FED Marco Mencini mercati Plenisfer Prospettive 2023

L’asset manager Plenisfer Investments SGR realizza un’analisi nella quale, alla luce delle flessioni registrate nell’anno che sta per chiudersi, si delineano le possibili prospettive 2023 per l’azionario globale.

IL CONTESTO


Le attuali valutazioni dell’MSCI World evidenziano multipli pari a circa 15 volte l’utile per azione, in calo rispetto al valore di 17 dello scorso gennaio (Fonte: Bloomberg). Secondo Plenisfer le attuali valutazioni, nonostante la flessione del 2022, sono ancora elevate “poiché continuano a riflettere la crescita degli utili aziendali generata dalle passate politiche monetarie espansive e dall’esplosione dei margini registrata a partire dalla seconda metà del 2020 con il termine dei lockdown”.

FED E BCE


Nell’analisi di Plenisfer si evidenzia che tali valori non incorporano invece ancora pienamente le nuove politiche monetarie avviate nel 2022 da Fed e BCE per contrastare l’inflazione, destinate a proseguire anche nel 2023. La banca centrale americana, in occasione della riunione del 14 dicembre scorso, ha sottolineato che il ritmo dei rialzi dei tassi di interesse "resterà appropriato" e che la “stretta” sarà più graduale, ma più lunga. Lo stesso messaggio, in sostanza, è stato trasmesso dalla BCE nella riunione del 15 dicembre: proseguirà con la lotta all’inflazione le cui attese sono state riviste al rialzo di circa l’1% nel prossimo biennio.


Marco Mencini, Senior Portfolio Manager Equity di Plenisfer Investments SGR

PROSPETTIVE 2023


In Plenisfer ci si aspetta, quindi, che nel 2023 possano verificarsi i primi tagli dei tassi e si ritiene che in tale contesto potrà verificarsi un rallentamento economico, in particolare negli Usa, area cui fanno capo circa i 2/3 dell’azionario globale. In tale scenario, nel corso del 2023, l’azionario potrebbe registrare un’ulteriore flessione che Plenisfer ipotizza possa arrivare a circa il 10%, necessaria a portare i multipli verso valori coerenti con la possibile riduzione delle marginalità aziendali che ci si attende possa manifestarsi in un contesto di rallentamento economico e inflattivo, caratterizzato da dinamiche salariali e costi in rialzo.

LE CONDIZIONI PER UN CAMBIO DI ROTTA


Le attuali valutazioni secondo l’analisi di Marco Mencini, Senior Portfolio Manager Equity di Plenisfer Investments SGR, potrebbero tornare ad essere ragionevoli “solo in presenza di un repentino cambio di scenario, ovvero una ripresa significativa dell’economia americana e una decisa moderazione dei tassi di interesse, entrambe ipotesi tutt’altro che scontate”.

CONCLUSIONI


L’asset manager Plenisfer ritiene che il mercato azionario si trovi in una fase particolarmente critica e delicata che non lascia immaginare facili guadagni all'orizzonte. Per navigare questo scenario, anche nel 2023 resterà essenziale la capacità di “selezionare aziende con fondamentali solidi e modelli di business caratterizzati da pricing power o connessi a temi di lungo periodo, quali, per esempio, la transizione energetica e la digitalizzazione delle attività produttive”.
Trending