L'evento

Mercati tra rally e inflazione, cosa aspettarci nel 2023: se ne parla il 22 dicembre nel nuovo webinar di GAM

Giovedì 22 dicembre alle ore 11, il nuovo appuntamento online del format mensile “GAM con TE” sarà l’occasione per fare il punto sulle prospettive dei mercati per l’anno prossimo, dopo un 2022 “vissuto pericolosamente” tra stretta monetaria e rischio recessione

di Redazione 19 Dicembre 2022 10:06
financialounge -  Alessandro Arrighi Carlo Benetti GAM GAM con TE
financialounge -  Alessandro Arrighi Carlo Benetti GAM GAM con TE

Un annus horribilis. Il 2022 è stato l’anno “vissuto pericolosamente” in cui non solo le azioni ma anche le obbligazioni sono crollate, con le banche centrali impegnate in una poderosa stretta monetaria nel tentativo di frenare la corsa dell’inflazione. Sicuramente quello che sta per finire è stato un anno atipico, con i listini che solo negli ultimi mesi hanno messo a segno un recupero, con la maggior parte degli analisti che si interrogano se rally sarà destinato a continuare anche nel 2023. Ne parleranno Alessandro Arrighi, Head of Retail Distributors Italy di GAM Investments e Carlo Benetti, Market Specialist di GAM Italia, durante questo appuntamento del format mensile “GAM con TE”, in programma giovedì 22 dicembre, alle ore 11.

UN 2022 DIFFICILE


La stretta monetaria è stata decisa, la discesa a braccetto di obbligazioni e azioni ha segnato l’intero 2022, con conseguenti perdite per i portafogli tradizionali che non hanno avuto modo di sfruttare la solita “protezione” delle obbligazioni, in un momento di fortissima volatilità nell’azionario. Per GAM è “impossibile distinguere per tempo un rally all’interno di una fase orso da un rally di mercato credibile e sostenibile”, e anche per questo la lezione del 2022 rafforza il bisogno di adottare corretti comportamenti finanziari, con una pianificazione ancora più attenta.

COSA RISERVA IL 2023?


Nessuno ha la sfera di cristallo, sia chiaro. Impossibile prevedere con certezza cosa possa riservare sui mercati il 2023. “Sappiamo però che la fedeltà al metodo e un approccio pragmatico nella gestione dei portafogli è sempre preferibile a un approccio dogmatico”, precisano gli esperti di GAM che nel webinar approfondiranno proprio i fattori chiave da monitorare anche per l’anno prossimo, in ottica investimento. “La recessione porta le banche centrali a valutare l’intensità delle proprie azioni, nel disallineamento tra i dati di inflazione ex post e i mesi necessari affinché gli interventi sui tassi abbiano effetti sull’economia”. Il rischio è che l’aumento dei tassi sia troppo severo e provochi una recessione profonda.

RICALIBRARE LE STRATEGIE


Quindi cosa fare per difendere il proprio portafoglio di investimento? Per GAM gli investitori devono ricalibrare le strategie, dall’attacco alla difesa, dalla caccia al rendimento al “primo non prenderle” perché in un contesto inflazionistico la ricerca della performance cede il passo alla difesa del rendimento reale. Con l’aumento dei prezzi che erode anche la liquidità che resta posteggiata su conto. “È tempo di pragmatismo, il passato non contiene tutte le informazioni utili e nell’incertezza radicale i precedenti contano ancora meno, l’investitore pragmatico agisce sulla base di informazioni e di alternative ben ponderate”, concludono gli esperti di GAM. L’importante è non perdere di vista gli obiettivi di lungo termine, compresa la consapevolezza che dopo ogni crollo segue sempre una decisa risalita.

Per seguire il webinar (riservato agli investitori professionali) in programma giovedì 22 dicembre alle ore 11, oppure on demand, basta registrarsi qui
Trending