Titoli gonfiati

La Sec americana mette sotto accusa influencer finanziari su Twitter e Discord

L’agenzia Usa preposta al controllo del mercato ha accusato per una frode complessiva di 100 milioni di dollari otto influencer online che avrebbero gonfiato il prezzo di determinate azioni promuovendole sui social

di Fabrizio Arnhold 15 Dicembre 2022 12:04
financialounge -  Discord finanza influencer SEC twitter
financialounge -  Discord finanza influencer SEC twitter

L’accusa è quella di promuovere illegalmente le azioni di alcune società. La Sec, l’agenzia Usa preposta al controllo del mercato, come la nostra Consob, ha accusato per una frode complessiva di 100 milioni di dollari otto influencer online che sulle piattaforme social di Twitter e Discord promuovevano illegalmente tra clienti poco esperti determinate azioni, gonfiandone di fatto il prezzo.

NEL MIRINO LE “PENNY STOCKS”


Al centro dell’indagine ci sarebbero le cosiddette “penny stocks”, ossia azioni di compagnie con una capitalizzazione di meno di 100 milioni di dollari e che scambiano in Borsa a poco meno di un euro. Questo tipo di società sono più manipolabili proprio per il basso valore delle azioni: basta, infatti, un investimento poco rilevante per far scattare sensibilmente il valore delle azioni.

FINO A 500MILA FOLLOWER


Gli influencer finiti nel mirino della Sec avevano oltre 100mila follower a testa e uno di loro più di 500mila. Tutte le accuse sono state formalizzate in un tribunale del Texas. Per l’accusa, “presumibilmente hanno acquistato determinate azioni e poi hanno incoraggiato il loro consistente seguito sui social ad acquistare quelle azioni selezionate pubblicando obiettivi di prezzo o indicando che stavano acquistando, detenendo o aggiungendo alle loro posizioni azionarie”.
Trending