Ritorno al futuro

La Juventus pronta a chiamare Del Piero, Conte e Marotta per uscire dai guai e tornare a vincere

La società bianconera, quotata in Borsa, sta attraversando un momento molto complicato a causa dell'indagine ''Prisma'', ma i piani di rifondazione stanno già prendendo forma

di Redazione 14 Dicembre 2022 15:36

financialounge -  finanza Juventus Mood
C'è aria di rivoluzione in casa Juventus. Il club bianconero sta affrontando uno dei periodi più difficili dai tempi di Calciopoli, che nel 2006 finì con la retrocessione in B. Dopo qualche anno di assestamento, la Juventus era poi tornata a comandare la Serie A vincendo 9 campionati di fila e sfiorando due volte la Champions League. Un'epoca d'oro iniziata nella stagione 2011-2012 con tre nomi di peso in campo, in panchina e negli uffici della dirigenza: Alessandro Del Piero, Antonio Conte e Beppe Marotta.

L'INDAGINE PRISMA


La società sta attraversando problemi di natura giudiziaria a causa dell'inchiesta "Prisma" sui conti della Juventus, società quotata in Borsa. A breve il giudice per le indagini preliminari dovrebbe pronunciarsi sulla richiesta di rinvio a giudizio a carico di 12 indagati. Nel frattempo il cda della Juventus si è dimesso e per la proprietà bianconera, la Exor guidata da John Elkann, è il momento di rifondare praticamente da zero.

DEL PIERO PER LA VICEPRESIDENZA


Ma la rifondazione potrebbe passare attraverso la chiamata delle tre persone che hanno dato il "la" alla recente epoca d'oro bianconera. Per il ruolo di vicepresidente è stato fatto il nome di Alessandro Del Piero, una leggenda vivente per i tifosi della Juventus per un capitano storico che con la Juve ha vinto tutto. Ma più delle vittorie, i tifosi bianconeri riconosco a Del Piero la lealtà mostrata nell'anno della Serie B, quando Del Piero - fresco campione del mondo - è rimasto per riportare la Juve in alto. Inoltre, una mossa del genere ricorderebbe anche quanto sta facendo Paolo Maldini nel Milan, altra leggenda del calcio che come dirigente ha costruito una squadra giovane e vincente.

IL POSSIBILE RITORNO DI ANTONIO CONTE


Per la panchina il nome che sta circolando negli ultimi giorni è quello di Antonio Conte. Anche lui ex capitano della Juventus, è stato l'allenatore che ha riportato lo Scudetto a Torino dopo anni di delusioni. Ma a differenza di Del Piero, su Conte l'opinione dei tifosi è divisa perché in tanti non hanno digerito l'addio lampo alla Juventus nell'estate del 2014 (a ritiro già iniziato) e tantomeno i due anni trascorsi sulla panchina dell'Inter. Inoltre, la Juventus dovrebbe eventualmente liberarsi del pesante contratto dell'attuale allenatore Massimiliano Allegri, che fino al 2025 prevede un compenso da 13 milioni netti all'anno.

MAROTTA PER LA DIRIGENZA


L'ultima suggestione bianconera riguarda Giuseppe Marotta, detto Beppe. Ormai da anni tra i migliori dirigenti italiani, Marotta da direttore generale è stato l'uomo che acquisto dopo acquisto ha costruito la Juventus dei nove scudetti consecutivi. Riportarlo a Torino sarebbe molto complicato, visto che è legato ai rivali dell'Inter fino al 2025. Ma il ricordo lasciato in bianconero è ancora molto vivo nella mente dei tifosi e un suo ritorno ai vertici della dirigenza bianconera sarebbe sicuramente ben accetto.

Read more:
Trending