Prospettive future

Vontobel: dal 2023 nuove opportunità nel settore tech

Matthew Benkendorf CIO della boutique Quality Growth di Vontobel anticipa cosa potrà accadere nel 2023 in Europa e USA

di Anna Patti 2 Dicembre 2022 13:30
financialounge -  Matthew Benkendorf outlook 2023 Vontobel
financialounge -  Matthew Benkendorf outlook 2023 Vontobel

Il 2022 è stato un anno difficile per gli investitori, caratterizzato da elevata inflazione, dalla guerra in Ucraina, dai prezzi volatili dell’energia che hanno colpito i mercati, determinando oscillazioni. L’incertezza ha raggiunto il massimo dai tempi della crisi finanziaria globale. A complicare il quadro ci sono stati anche eventi improbabili come il crollo dei titoli di stato britannici. Secondo Matthew Benkendorf, CIO della boutique Quality Growth di Vontobel, considerato che le aspettative che la maggior parte dei rialzi dei tassi negli Stati Uniti sia avvenuta. “la performance dei titoli dovrebbe essere più strettamente legata agli utili”. Inoltre dice Benkendorf esistono opportunità nei titoli che hanno subito una flessione.

IL CONSUMATORE STATUNITENSE


I consumatori USA hanno sostenuto l’economia globale, negli ultimi anni, grazie anche agli stimoli fiscali e a una politica monetaria accomodante. Creano allarme le recenti notizie sui bassi tassi di risparmio personale e sui livelli record di indebitamento dei consumatori, confermate da un rallentamento della spesa. L’ago della bilancia per determinare la salute economica dei consumatori statunitensi è il tasso di disoccupazione. Nelle precedenti recessioni l’aumento massimo del tasso di disoccupazione massimo ha raggiunto non è stato superiore a 2 punti percentuali. Tenendo conto di questo, se il tasso di disoccupazione dovesse aumentare dai minimi del 3,5 al 5% sarebbe ancora relativamente basso e rappresenterebbe comunque uno scenario sano. La spesa mensile più importante per i consumatori USA è il mutuo e molti hanno stipulato tassi fissi a 30 anni favorevoli. Pertanto, con l'aumento dei salari nominali, i consumatori dovrebbero avere una maggiore capacità di spesa, anche se i loro modelli potrebbero gravitare verso prodotti e servizi più durevoli.

OPPORTUNITÀ NEL SETTORE TECNOLOGICO


“Nonostante le continue pressioni sulle economie nel prossimo anno, il sell-off ha aumentato l'attrattiva dei nomi delle blue-chip”, sostiene Matthew Benkendorf, CIO della boutique Quality Growth di Vontobel. Il maggior rigore sui costi di Amazon e Alphabet, considerato il potenziale di crescita, potrebbe renderli prodigiosi generatori di free cash flow. Il rallentamento della crescita in USA ed Europa metterà in grande difficoltà l’industria dei semiconduttori. Nelle aziende legate ai pc e agli smartphone i multipli si sono ridotti ma gli utili possono ancora scendere.

LA RIPRESA POST COVID


La crescita sta tornando a livelli pre covid con la ripartenza di alcuni settori come quello della ristorazione e del turismo. La produttività ha registrato un’impennata a inizio pandemia, grazie alla digitalizzazione e all’adozione accelerata di nuove tecnologie e metodologie di lavoro, ma negli ultimi trimestri è stata negativa. Adesso con la ripresa delle attività in presenza e la normalizzazione delle funzioni aziendali ci si aspetta di assistere a incrementi della produttività. Inoltre quando anche la domanda tornerà a livelli più normali anche l’inflazione si normalizzerà. La fine dei problemi legati al covid avrà un effetto positivo anche nel settore sanitario. Dovrebbe tornare in primo piano l’attenzione per l’assistenza sanitaria e l’invecchiamento della popolazione. “Le aziende sanitarie di qualità con fattori di crescita strutturali dovrebbero registrare buone performance, in particolare quelle con prodotti o servizi sempre più richiesti” sottolinea il CIO della boutique Quality Growth di Vontobel.

BUONE PROSPETTIVE PER I GESTORI CHE POUNTANO A QUALITÀ E CRESCITA


Scenario promettente per i gestori che puntano sulla qualità e sulla crescita. Alcuni investitori si stanno allontanando dal growth, dice Benkendorf “creando un sentimento più realistico e nuove opportunità per coloro che puntano sulla crescita in modo disciplinato per trovare migliori punti di ingresso”. L'era dell’irrazionalità basata su un eccesso di liquidità sta per finire, l’ultima tappa dovrebbe avvenire nel 2023. In conclusione dice l’esperto di Vontobel: “i mercati azionari continueranno a beneficiare dell'innovazione, in quanto le aziende sviluppano nuovi modi per migliorare la vita delle persone e creare ricchezza. E senza il beneficio di una facile liquidità, la selezione attiva dei titoli tornerà in primo piano”.
Trending