Contatti

L'analisi

BlackRock passa a un cauto ottimismo sull’azionario ma solo a lungo termine

Il BlackRock Investment Institute spiega le implicazioni per azioni e reddito fisso del nuovo regime fatto di elevata volatilità macroeconomica e di mercato. Preferenza per l’Investment Grade rispetto agli High Yield

di Virgilio Chelli 23 Novembre 2022 18:00
financialounge -  BlackRock Investment Institute mercati outlook 2023 volatilità

Visioni strategiche di investimento posizionate sul nuovo regime di aumentata volatilità macroeconomica e di mercato, che richiede portafogli più dinamici e soggetti a modifiche più frequenti, con un monitoraggio costante del danno economico che può essere causato ai prezzi di mercato. Sono le indicazioni del più recente commento settimanale su mercato e temi d’investimento del BlackRock Investment Institute dal titolo “ Visioni strategiche nel nuovo regime”, che rimanda all’Outlook 2023 in uscita il 30 novembre per un approfondimento sull’orizzonte del prossimo anno.

RECESSIONE SEMPRE ALLE PORTE


La grande casa resta comunque orientata sul credito Investment Grade e si tiene distante dagli High Yield, mantenendo invece in sovrappeso i bond legati all’inflazione e in modo contenuto sulle azioni. Il tutto con sullo sfondo un mercato che vede l’azionario piatto e la curva dei rendimenti che registra un ulteriore inversione, mentre la Federal Reserve sembra ferma nelle intenzioni di proseguire i rialzi dei tassi anche se il danno prodotto sta cominciando a diventare chiaro. Settimana prossima arrivano nuovi indizi con i dati globali su manifatturiero e servizi che dovrebbero indicare come le economie stanno rispondendo alla stretta monetaria. BlackRock continua comunque a vedere recessione alle porte.

MODESTO SOVRAPPESO AZIONARIO SU ORIZZONTE LUNGO


Le visioni strategiche anticipate dal BlackRock Investment Institute sull’orizzonte di cinque anni e più puntano a un nuovo regime di aumentata volatilità macroeconomica e di mercato, il che ha indotto ad aumentare il sovrappeso sui bond Investment Grade per i rendimenti attraenti e i solidi bilanci degli emittenti che possono far fronte all’attesa recessione. La casa adotta un modesto sovrappeso sull’azionario dei mercati sviluppati aspettandosi nel prossimo decennio un ritorno complessivo dall’equity superiore a quello del reddito fisso, anche se dovessero essere penalizzate a breve termine.

PIU’ INVESTMENT GRADE E MENO HIGH YIELD


Dall’ultimo aggiornamento strategico, BlackRock ha aumentato il soprappeso sul credito globale Investment Grade riducendo invece gli High Yield a neutrali da sovrappeso, perché su questi ultimi si potrebbero abbattere maggiormente gli effetti della recessione. Le attese di inflazione tenace fanno preferire i bond indicizzati mentre i bond governativi sembrano destinati alla richiesta di un premio di rendimento aggiuntivo. BlackRock motiva il modesto sovrappeso sulle azioni anche nella previsione che alla fine le banche centrali dovranno convivere con l’inflazione, e che per questo la recessione sarà tenue, mentre le valutazioni a lungo termine sono giudicate appropriate.

APPROCCIO DI INVESTIMENTO ‘GRANULARE’

Il nuovo regime richiederà un approccio più ‘granulare’, con i bond non più in grado di svolgere il ruolo tradizionale di ammortizzatore. Tra i titoli di Stato, la preferenza di BlackRock va alle scadenze più brevi per portare a casa cedole attraenti. La diffidenza sugli High Yield è motivata dal fatto che anche recessioni ‘tenui’ possono condurre a tassi elevati di default e di downgrade sul credito di minor qualità.

TRE GRANDI TRANSIZIONI


La preferenza per i bond indicizzati è dovuta invece alle attese di inflazione tenace rafforzata da tre ‘grandi transizioni’. La prima è indicata da BlackRock nell’invecchiamento della popolazione che ridurrà il bacino della forza lavoro, la seconda è la frammentazione geopolitica che sta ridisegnando le catene globali di fornitura e la terza è l’attesa di ulteriori pressioni sui salari. Il mercato invece continua a prezzare un’inflazione che torni ai livelli pre-pandemia.

RECESSIONE NON ANCORA PREZZATA


Guardando al prossimo anno, secondo BlackRock i prezzi delle azioni non riflettono ancora pienamente le attese di recessione e il conseguente drenaggio sugli utili societari, per cui l’equity continua a essere sottopesato tatticamente. Ma strategicamente BlackRock prevede che il ritorno complessivo dalle azioni sarà superiore a quello del reddito fisso su un orizzonte decennale, anche nella previsione che la recessione peserà in futuro più dell’inflazione sulle politiche monetarie.

TECH E SANITA’ PIU’ SICURI


Restare investiti in azioni, secondo BlackRock, è un modo per garantirsi un approccio più granulare, rispetto ai trend strutturali che impatteranno i diversi settori. Quelli a basso contenuto di carbonio, come il tecnologico e la salute, beneficeranno mediamente di più dalla transizione energetica, anche se i produttori tradizionali con piani credibili potrebbero fare bene. Sui mercati privati l’appeal è sceso perché le valutazioni non hanno risentito delle vendite che si sono abbattute sulle Borse, ma restano una valida strada per rafforzare l’asset allocation.
Trending