L'apertura dei mercati

Borse contrastate dopo i missili sulla Polonia

L'esplosione nel villaggio polacco di Przewodov ha alzato la tensione, ma il presidente americano Biden invita alla prudenza. Donald Trump annuncia la sua candidatura alle presidenziali, i futures Usa per ora in territorio positivo

di Antonio Cardarelli 16 Novembre 2022 09:12
financialounge -  Borse europee guerra Russia Ucraina mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee guerra Russia Ucraina mercati Piazza Affari

Avvio contrastato per i listini europei. Piazza Affari apre sotto la parità e poi prova a guadagnare terreno, più indietro Francoforte mentre Londra è la più tonica in Europa. Lo spread Btp/Bund si conferma sotto i 200 punti base.

MISSILE IN POLONIA, USA PRUDENTI


Il missile caduto in territorio polacco, quindi in territorio Nato, ha riportato la guerra in Ucraina al centro dell'attenzione dei mercati. Ci sono state due vittime nel villaggio di confine di Przewodov e l'esercito polacco è in allerta. Tuttavia da Bali il presidente americano Joe Biden ha dichiarato di ritenere "improbabile" che il missile sia stato lanciato dai russi. Kiev ha accusato Mosca dell'attacco, ma secondo fonti statunitensi potrebbe trattarsi di un missile antiaereo lanciato dall'esercito ucraino e caduto per sbaglio al di là del confine.

TRUMP SI RICANDIDA ALLE PRESIDENZIALI


La tensione rimane comunque altissima per il rischio di una escalation. L'invito americano alla prudenza sembra comunque aver rassicurato i mercati. Intanto i Paesi del G20 hanno sottoscritto una dichiarazione finale in cui si invocano soluzioni pacifiche per risolvere le controversie internazionali e si condanna l'uso o la minaccia di uso di armi nucleari. I leader mondiali, si legge nella dichiarazione finale, "deplorano nei termini più forti" l'aggressione russa all'Ucraina. Dagli Usa, nel frattempo, Donald Trump annuncia la sua candidatura per le presidenziali del 2024 con un discorso che ricalca sostanzialmente il programma della sua presidenza.

FUTURES DI WALL STREET IN POSITIVO


Nonostante l'aumento della tensione in Europa, la Borsa di Tokyo mantiene i nervi saldi e chiude con l'indice Nikkei in rialzo dello 0,14% dopo una seduta in rosso. Wall Street, ieri positiva dopo il rallentamento dei prezzi alla produzione, segnala futures ancora in territorio rialzista mentre proseguono le speculazioni su un possibile ammorbidimento della Fed nei prossimi rialzi dei tassi. Sempre in Asia, invece, Hang Seng e Shanghai perdono circa mezzo punto percentuale.

PROSEGUE IL COLLOCAMENTO DEL BTP ITALIA


Sul mercato italiano terza giornata di collocamento per il Btp Italia legato all'inflazione. Ieri, martedì 15 novembre, il titolo ha raccolto richieste totali pari a 5,4 miliardi di euro per un totale di 81.031 contratti. Il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito della 18esima emissione è stato fissato all'1,6%. Il tasso definitivo sarà invece stabilito all'apertura della quarta giornata di emissione, nella mattinata di giovedì 17 novembre. A Piazza Affari occhi puntati su Nexi dopo lo scivolone del 10% di ieri, provocato dalla vendita del 5% del capitale da parte di Intesa Sanpaolo.

Sul fronte dei cambi, l'euro vale 1,0383 dollari. In calo il valore del greggio: il Wti si attesta a 86,22 dollari al barile, in calo dello 0,8%. Scende anche il valore del gas, a 118 euro al MgH in calo del 4,8%.
Trending