La novità

Si chiama Mastodon il social che sfida Twitter

L’alternativa che pare i delusi dalle prime mosse di Elon Musk – come la spunta blu a pagamento - stanno preferendo. Ecco cos’è Mastodon, il social network di cui si parla tanto in questo momento

di Fabrizio Arnhold 7 Novembre 2022 12:24
financialounge -  finanza Mastodon smart twitter
financialounge -  finanza Mastodon smart twitter

Non è una vera e propria fuga, ma una parte di utenti – circa 870mila - lasciano Twitter per approdare su Mastodon. Non è un social appena nato, perché esiste dal 2016, ma in queste ore fa molto parlare di sé. Si tratta di un social network che è molto simile a Twitter per impostazione, ci sono post che aggiornano una time-line su base cronologica, ma senza nessun algoritmo strano. E soprattutto senza sborsare un centesimo.

COME FUNZIONA MASTODON


Mastodon può essere considerato come un Twitter autogestito dagli utenti. La rete di microblogging libera, open-source e decentralizzata del mondo. La definizione è dello stesso social fondato dall’ingegnere informatico tedesco Eugen Rochko e sostenuto da un meccanismo di crowdfunding.

SOCIAL DECENTRALIZZATO


La sua versione italiana spiega che “Mastodon è il più grande social network decentralizzato. Fa parte del fediverso, una comunità internazionale composta da oltre 5 milioni di iscritti distribuiti su circa 12.000 server indipendenti il cui obiettivo è rimettere il social nelle mani degli utenti. A differenza dei social tradizionali è open source, non raccoglie i dati degli iscritti, non ha pubblicità o algoritmi segreti che decidono cosa devi vedere”.

UTENTI IN AUMENTO


Secondo quanto dichiarato dal fondatore di Mastodon, Eugen Rochko, in un’intervista a “Time”, nei quattro giorni successivi all’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk si sarebbero iscritti 120mila nuovi utenti. Guardando ai dati pubblicati dall’Ansa e sviluppati con la collaborazione di DataMediaHub, negli ultimi sette giorni le conversazioni sui social relative a Mastodon sono state 436mila a livello globale. E di queste, circa 5mila dell’Italia. Numeri in crescita che hanno coinvolto più di 1,8 milioni di persone tra like, reaction e commenti.
Trending