Punto di svolta

Apple pronta a entrare nel Metaverso: già a gennaio il nuovo visore AR?

Il CEO della casa di Cupertino aveva definito l’AR come una “parte di fondamentale importanza per il futuro di Apple”, ma indiscrezioni ipotizzano un inizio col botto nel 2023

di Mauro Speranza 29 Giugno 2022 15:01
financialounge -  Ameriprise Financial Apple Metaverso visore AR
financialounge -  Ameriprise Financial Apple Metaverso visore AR

Sono passati giusto 15 anni da quel 29 giugno 2007, quando il mondo dei telefoni cellulari iniziava la rivoluzione: era il primo giorno della messa in vendita dell’iPhone da parte di Apple, evento raccontato dal Wall Street Journal in un bellissimo video. In quella data la società di Cupertino riaffermava la sua posizione da leader nell’innovazione tecnologica mondiale, dopo aver già trasformato l’industria del computer. Con la "rivoluzione" del Metaverso che avanza, Apple non poteva certo restare indietro e presto potrebbe lanciare il suo visore di realtà aumentata e virtuale (AR/VR), partecipando così alla corsa al nuovo universo virtuale.

VISORE APPLE PER IL METAVERSO


A ipotizzare il lancio del prodotto è stato un post di Ming-Chi Kuo, analista del blog Medium, secondo il quale la data da segnare sul calendario è quella del gennaio 2023, quando verrà proposto il primo visore marca Apple. A conferma dell’impegno nel progetto, Ming raccontava delle partnership che Cupertino sta stringendo con studi cinematografici per la realizzazione di contenuti pensati proprio per questi device. Un rapporto di DigiTimes, inoltre, informava sulla fine dei test di sperimentazione da parte di Apple nel mese di febbraio, con la produzione di massa che potrebbe partire tra agosto e settembre prossimi.

LE ANTICIPAZIONI DI COOK


Le indiscrezioni arrivano dopo soli pochi giorni dalle parole pronunciate dal CEO di Apple, Tim Cook, da molti interpretate come la conferma dei piani della società nel settore della realtà mista. “Rimanete sintonizzati e vedrete cosa abbiamo da offrire”, aveva risposto il manager agli intervistatori del China Daily, in cerca di conferme sull’esistenza del device. Inoltre, la Realtà Aumentata era già stata al centro di diverse dichiarazioni del CEO, spingendosi addirittura a definirsi il fan “numero uno” della tecnologia, aggiungendo che l’AR è una “parte di fondamentale importanza per il futuro di Apple”.

CARATTERISTICHE


Il visore “offrirà un’esperienza virtuale completa, compresa una modalità trasparente” per non staccare l’attenzione dall’ambiente circostante”, secondo quanto spiegava Ming. Il sistema risulta simile a quanto previsto nei piani di Meta (Facebook) con la modalità "pass-through" che permette di passare da una visione del mondo in 3D ad una reale, senza togliere i visori. Inoltre, l’accessorio potrebbe essere caratterizzato da un design leggero, con due display micro Oled 4K, 15 moduli ottici, due processori M2, connettività Wi-Fi 6E, rilevamento degli occhi, degli oggetti e il sistema di controllo dei gesti e delle mani. Prezzo? Le ipotesi parlano di circa 3 mila dollari.

PUNTO DI SVOLTA


L’arrivo sul mercato della Mela potrebbe rappresentare un vero e proprio “punto di svolta per il mercato”, in quanto porterebbe “l’industria dell’hardware ad una fase di rapida crescita”, perché i rivali potrebbero dare il via ad una vera e propria “gara per imitare l’ecosistema di Cupertino”, secondo Ming, così come già avvenuto in passato con le altre "rivoluzioni" targate Apple.
Trending