Nuove frontiere

La Space Economy è pronta a decollare

Michael Barr, Senior Research Analist di Neuberger Berman, analizza le molteplici opportunità d’investimento nel settore spaziale e spiega quali sono i comparti più promettenti

di Anna Patti 23 Giugno 2022 10:00
financialounge -  Michael Barr Neuberger Berman Space Economy
financialounge -  Michael Barr Neuberger Berman Space Economy

Può sembrare poco lungimirante investire nella Space Economy quando qui sulla terra la pressione sulle catene di approvvigionamento e sulle filiere logistiche supera ogni limite. Invece è proprio il contrario perché la Space Economy già oggi ha un ruolo essenziale per la risoluzione di alcune tra le più pressanti sfide cui dobbiamo far fronte sul nostro pianeta, come quella di rendere le catene di approvvigionamento più resilienti, trovare cibo per l’intera popolazione mondiale, contribuire a monitorare e gestire i cambiamenti climatici.

LA SPACE ECONOMY INFLUENZA LA VITA SULLA TERRA


Investire nella Space Economy, spiega Michael Barr Senior Research Analist di Neuberger Berman, “significa allocare i propri capitali lungo la sua catena del valore che, partendo dalla ricerca, sviluppo e realizzazione delle infrastrutture spaziali e tecnologie digitali, arriva fino alla generazione di prodotti e servizi innovativi quali le telecomunicazioni evolute, navigazione e posizionamento, monitoraggio ambientale e del clima”. Le applicazioni sono molteplici anche in settori tradizionali come agricoltura, sanità, utility, trasporti, senza dimenticare il turismo e l’estrazione mineraria spaziale che sono le nuove frontiere. In conclusione la Space economy sta già influenzando la nostra vita sulla terra.

LO SPAZIO: OPPORTUNITA’ PER TUTTI


Per oltre 50 anni lo spazio è stato appannaggio di un ristretto numero di governi e istituti di ricerca. I costi ingenti per mandare in orbita satelliti e apparecchiature complesse richiedevano tecniche di gestione dei rischi altrettanto costose che facevano schizzare alle stelle i costi di lancio, arrivati anche a superare i 100 milioni di dollari. Secondo il Center For Strategic and International Studies, in 20 anni i costi di lancio di un satellite si sono ridotti di 10 volte, favorendo accesso allo spazio a nuovi attori non tradizionalmente legati all’industria spaziale. Opportunità che sono state ampliate anche dal progresso tecnologico. I satelliti oggi possono fare molto di più che trasmettere canali tv e monitorare il meteo.

LE APPLICAZIONI IN AGRICOLTURA


Una migliore risoluzione delle immagini consente, ad esempio, nell’agricoltura di precisione di monitorare l’uso di pesticidi sulle colture e analizzare la fertilità del terreno, migliorandone la redditività o decidere quale coltura seminare in base ai dati raccolti. Le immagini satellitari sono utili anche per monitorare le reti di distribuzione energetica per prevenire eventuali danni ed evitare costose interruzioni di forniture.

INFRASTRUTTURE E POSSIBILITA’ D’INVESTIMENTO


Tutto ha avuto inizio con la nascita di aziende come Space X e Rocket Lab, le principali aziende private fornitori di servizi di lancio e società che producono satelliti e i relativi componenti. Seguono poi coloro che possono essere chiamati “abilitatori tecnologici” come le infrastrutture di cloud computing e edge computing, o i produttori di sensori o lenti ottiche avanzate. Queste tecnologie favoriscono lo sviluppo di nuovi business in orbita e sono fondamentali anche per le aziende terrestri. La Space Economy è in grado di abilitare nuove applicazioni e servizi innovativi sia tra gli operatori della tradizionale industria spaziale sia tra i fornitori di servizi digitali basati su tecnologie spaziali.

APPLICAZIONI RIVOLUZIONARIE


Le tecnologie satellitari sono in grado di rendere le catene di approvvigionamento più resilienti nel loro funzionamento quotidiano ma anche di accelerare una risoluzione in caso di interruzioni. Anche nel campo dell’agricoltura nel lungo periodo, le informazioni fornite dai satelliti possono rendere la produzione di cibo più capillare ed efficiente. Sensori di nuova generazione possono raccogliere dati non solo sul meteo, ma anche su qualità, temperatura e umidità del suolo, così da aiutare i sistemi automatici di semina a massimizzare la resa delle colture. In questo modo è possibile minimizzare sia i costi che l’utilizzo di acqua e fertilizzanti.

TECNOLOGIE SATELLITARI E COPERTURA INTERNET


L’integrazione tra tecnologie terrestri e satellitari può contribuire a migliorare la connettività a livello globale garantendo copertura internet anche nei luoghi più isolati. Le comunicazioni mobili hanno già trasformato le economie di molti paesi emergenti; la riduzione del costo della connettività grazie alle tecnologie satellitari può ampliare ulteriormente questi benefici.

LA SPACE ECONOMY PER LA LOTTA AL CAMBIAMENTO CLIMATICO


Le sfide ambientali e climatiche che stiamo affrontando possono trovare risposte nella Space Economy. La deforestazione, l’aumento del livello dei mari e le variazioni di spessore delle calotte polari vengono monitorati dallo spazio già da anni, ma una più ampia copertura satellitare, sensori potenziati e lenti ad alta risoluzione permettono ora di analizzare i cambiamenti ambientali in modo molto più accurato.

INVESTIRE NELLO SPAZIO PER CURARE LA TERRA


Micahel Barr, Senior Research Analist di Neuberger Berman, dice che: “oggi la space economy vale circa 400 miliardi di dollari, e oltre il 50% è costituito da attività più “tradizionali” come servizi governativi e trasmissione di programmi televisivi. Secondo le stime degli analisti di settore, entro il 2035, il valore della Space Economy potrebbe toccare i 1.200 miliardi di dollari, di cui quasi tre quarti rappresentati da nuovi e innovativi prodotti e servizi, sviluppati da nuove imprese e attori tradizionalmente non legati all'industria dello spazio”. Come si è avuto modo di capire i campi di applicazione della space economy sembrano infiniti perché le infrastrutture e le tecnologie spaziali stanno creando nuove opportunità di investimento ma stanno anche aumentando il potenziale dei business esistenti sulla terra. In conclusione sostiene Barr: “ la Space Economy è decollata e per fortuna non bisogna andare sullo spazio per investirci e trarne beneficio”
Trending