Nuovo finanziamento

MedTech, a guidare gli investimenti record c’è l’intelligenza artificiale

L’italiana Medics, azienda che opera nel settore del 3D anatomical modeling, chiude un finanziamento da 3 milioni per sviluppare un software da usare nella chirurgia

di Fabrizio Arnhold 15 Giugno 2022 12:06
financialounge -  intelligenza artificiale Intesa Sanpaolo Medics smart
financialounge -  intelligenza artificiale Intesa Sanpaolo Medics smart

La pandemia ha dato una spinta a trend che già erano in atto. Tra quelli che hanno accelerato maggiormente c’è sicuramente il digitale che, soprattutto nelle prima fase del Covid, è stato fondamentale per fare in modo che attività principali come quelle legate al lavoro o alla consegna a casa di generi alimentari potessero continuare senza interruzioni. Ma anche il MedTech ha saputo fare grandi passi in avanti. Non è certo un caso che il mercato del Digital Health sia in costante crescita, in Italia ma anche all’estero.

IL RUOLO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE


Dando un occhio ai numeri, il 2021 è stato un anno record per quanto riguarda gli investimenti nel settore MedTech e per il 2022 si prospetta una crescita ulteriore. In questo scenario, l’intelligenza artificiale (IA) gioca un ruolo da protagonista. Le soluzioni basate sull’utilizzo dell’IA sono in grado di indirizzare le diagnosi, i percorsi di prevenzione e di cura, coinvolgendo gli attori del settore (medici, pazienti, ospedali ed istituzioni). Per rendere l’idea, nel 2020 il valore complessivo delle soluzioni IA in ambito sanitario era di 6,7 miliardi di euro, cifra destinata inevitabilmente a lievitare a fine 2022.

UN ESEMPIO DI APPLICAZIONE


Tra le tante realtà che sfruttano l’intelligenza artificiale per facilitare i processi medici e di diagnosi, c’è Medics che mira a fornire un supporto di grande valore aggiunto alle chirurgie complesse. L’ex start up, incubata presso l’I3P del Politecnico di Torino, nasce proprio con l’obiettivo di rendere gli interventi chirurgici sempre più sicuri e meno invasivi. Per farlo, si realizzano riproduzioni anatomiche tridimensionali che vengono utilizzate dal medico per pianificare al meglio la chirurgia di precisione.

NELLA CHIRURGIA DI PRECISIONE


Quando un paziente deve sottoporsi a un’operazione particolarmente complessa, Medics elabora la ricostruzione della parte anatomica interessata, così da facilitare il lavoro del chirurgo che potrà esercitarsi simulando l’intervento sul modello prima di entrare in sala operatoria, limitando così la possibilità di incorrere in errori durante l’intervento. Le ricostruzioni anatomiche sono realizzate con l’ausilio dell’intelligenza artificiale e grazie a modelli tridimensionali, attraverso un innovativo software che funziona con algoritmi di computer vision. Il processo di ricostruzione Hyper Accuracy 3D consente di ottenere riproduzioni ad altissima fedeltà.

NUOVO FINANZIAMENTO


Per implementare lo sviluppo del software, Medics ha chiuso un round di finanziamento da 3 milioni di euro guidato da Rif-T, veicolo di investimento gestito da Equiter, insieme ad Intesa Sanpaolo. Il capitale ottenuto verrà investito, nei prossimi tre anni. “Questa importante operazione racchiude diversi elementi di valore per il futuro dell’azienda - commenta il ceo di Medics, Andrea Andolfi -. Rappresenta un punto chiave del piano strategico di crescita, ampliando la fruibilità della tecnologia 3D in un numero sempre maggiore di specialità chirurgiche”.
Trending