Senza filtri

BeReal, nuovo social “anti Instagram”

Il nuovo social network, che sta spopolando negli Usa, punta sulla spontaneità delle foto: vietati filtri e like per apparire più reali (e umani) possibili

di Francesco Rapetti 31 Maggio 2022 14:09
financialounge -  Bereal Social netwok
financialounge -  Bereal Social netwok

In due anni anni BeReal è stato scaricato da quasi 7 milioni di persone ed ha raccolto 30 milioni di dollari di finanziamenti; in questi numeri possiamo racchiudere la crescita vertiginosa (e sorprendente visti i concorrenti “monster”) del nuovo social network che punta tutto su una filosofia distinta e opposta a quella di Instagram.

FILOSOFIA ANTITESI DI INSTAGRAM


In BeReal è vietato l’uso di filtri, non ci sono like (e quindi non c’è possibilità di indurre le persone a farsi fotografie troppo votate al consenso dei propri follower) ma soprattutto colpisce il fatto che non si possa caricare fotografie a proprio piacimento: ogni giorno arriverà una notifica al proprio smartphone e si avranno solo 2 minuti per scattarsi una fotografia; se si è in pigiama, spettinati, sudati oppure al supermercato non fa differenza, conta essere reali, veri e non belli. Non potranno essere caricate altre foto sino alla successiva notifica del giorno successivo.

SLOGAN E DETTAGLI APP


Lo slogan di BeReal è in linea con la sua filosofia: “Be Yourself, Be Real" (“sii te stesso, sii reale"). L'applicazione del nuovo social network che punta tutto sulla genuinità è, al momento, disponibile solo in lingua inglese, spagnola e francese, ma è già scaricabile in modo gratuito su qualsiasi dispositivo iOS dall’ App Store. L’applicazione è stata rilasciata ufficialmente nel febbraio del 2020.

ALCUNI DUBBI E QUESITI


Questo social sarà con probabilità attraente per le persone che amano la verità, tuttavia possiamo immaginare alcuni potenziali punti deboli. I social sono esplosi proprio perché dichiaratamente sono una “vita parallela” a quella reale nella quale ogni persona decide come voler apparire. Perché avrebbe senso vivere due volte l’esperienza della vita reale già la di vive istantaneamente in ogni momento della giornata? Se fossimo ad esempio dal parrucchiere, ed arrivasse la notifica BeReal che ci chiede di farci una fotografia, davvero saremo entusiasti di replicare digitalmente quel momento che stiamo già vivendo con altre persone? Cosa aggiunge l’esperienza BeReal alla nostra esperienza reale che stiamo già vivendo in quel momento?

LE INFLUECERS VORRANNO APPARIRE REALI?


Le ragazze, motore straordinario dei social, ci si chiede se avranno piacere a fotografarsi in  momenti non scelti da loro (magari struccate mentre sono rilassate). In particolare ci si chiede se le influencer saranno disponibili ad iscriversi a BeReal rischiando di mettere in discussione (e quindi forse compromettere) la propria immagine dopo aver investito anni a fotografarsi perfette (ed artefatte) per raccogliere decine di migliaia di followers su Instagram. Qualche piccolo sondaggio lo abbiamo fatto e il primo “sentiment” è quello di repulsione verso questa filosofia che le metterebbe “a nudo” ma non come vorrebbero loro. Altro dubbio è capire quanti ragazzi o uomini saranno attratti da questo social se non potrà esporre (come ipotizzabile) quella fetta di influencer intente a riprendersi in maniera sensuale e perfetta. Per ora possiamo dire che BeReal sia riuscito a ritagliarsi comunque una sua identità: se poi scoppierà (nel bene o nel male) lo scopriremo con il tempo.
Read more:
Trending