Asset allocation

I Treasury Usa ritrovano sostegno e potrebbero dare respiro agli investitori

Eoin Walsh, Portfolio Manager di TwentyFour Asset Management (gruppo Vontobel), spiega perché il recente ripristino delle correlazioni storiche tra reddito fisso e azionario sembra segnalare un certo ritorno alla normalità

di Virgilio Chelli 21 Maggio 2022 09:30
financialounge -  Eoin Walsh Morning News Treasury Usa TwentyFour Asset Management Vontobel Asset Management
financialounge -  Eoin Walsh Morning News Treasury Usa TwentyFour Asset Management Vontobel Asset Management

I sell-off diffusi che gli investitori hanno dovuto affrontare da inizio dell'anno, sono stati resi ancora più sconvolgenti dalla rottura delle correlazioni tradizionali, il che ha messo fuori portata i beni rifugio convenzionali. A fronte delle pesanti cadute di S&P 500, Euro Stoxx 50 e soprattutto Nasdaq, il reddito fisso, normalmente meno volatile, non è andato molto meglio, con gli High Yield e Investment Grade statunitensi in forte calo. Ma è stato il segmento dei Treasury USA a incontrare reali difficoltà, indicando che il bene rifugio prediletto dalla maggior parte degli investitori non ha fatto altro che aumentare i problemi.

LA RISALITA DEI TREASURY


Eoin Walsh, Portfolio Manager di TwentyFour Asset Management, spiega la fonte di questo comportamento negativo con un'inflazione che potrebbe essere fuori controllo, e che ha costretto le banche centrali ad agire, aggiungendo volatilità anche al reddito fisso. Ma negli ultimi giorni ci sono stati segnali di un ritorno delle correlazioni: i Treasury sono risaliti bruscamente mentre i mercati azionari sono scesi, nonostante gli ultimi dati elevati sull'inflazione USA. Walsh sottolinea che sarebbe un cambiamento positivo per gli investitori, ma bisogna chiedersi cosa c'è dietro.

RENDIMENTI PIÙ RAGIONEVOLI


TwentyFour Am indica diversi i fattori che hanno sostenuto i Treasury, dal miglior rendimento offerto e ora più ragionevole per gli investitori, al rientro dei timori di ulteriori perdite visto che i rendimenti sono ora ragionevolmente sopra il probabile tasso neutrale della Fed. Si è assistito anche a un leggero cambiamento nella narrazione, che ora si concentra su una possibile recessione e non solo sull'inflazione. La risposta possibile della Fed dipende dal tipo di recessione che gli USA si trovassero ad affrontare. Walsh ritiene che se la crescita dovesse diventare negativa, i Treasury rappresenterebbero un rifugio sicuro.

INIEZIONE DI FIDUCIA AL MERCATO


Quando i titoli di Stato diventano fonte di rischio e le correlazioni si interrompono, il contesto diventa molto difficile per gli investitori. Ma fortunatamente, sottolinea in conclusione l’analisi di TwentyFour AM, questi periodi non tendono a durare a lungo, anche se gli ultimi cinque mesi sono sembrati certamente lunghi e faticosi. L'ultimo movimento dei Treasury, osserva Walsh, sembra essere un ritorno a un certo grado di normalità che, se si protrae, dovrebbe aggiungere un po' di fiducia a un mercato che ne è stato privo per gran parte dell'anno.
Trending