Tecniche innovative

Nel Metaverso arriva l'esercito americano

La preparazione dei soldati statunitensi passa sempre più attraverso l’uso di tecnologie come la realtà aumentata e quella virtuale, aprendo così la strada ad un futuro Metaverso militare

di Mauro Speranza 20 Maggio 2022 15:13
financialounge -  Esercito Usa Metaverso
financialounge -  Esercito Usa Metaverso

Una coppia di aerei da caccia americani sorvolano il deserto della California e i due piloti a bordo indossano dei visori personalizzati per la realtà aumentata (AR) attraverso il quale sono collegati ad un sistema di proiezione dell’immagine luminosa dell’areo da rifornimento in volo accanto a loro. A quel punto, uno dei due piloti esegue una manovra per fare rifornimento dall’autocisterna virtuale: siamo davanti ai primi passi del cammino dell’esercito statunitense verso il Metaverso.

ESERCITO USA E METAVERSO


La manovra ‘virtuale’ dei piloti della marina militare è stata possibile grazie ad un mix di realtà aumentata e virtuale, tecniche di intelligenza artificiale e grafica per games, già utilizzato nelle precedenti esercitazioni da combattimento aereo contro avversari virtuali. Tra le aziende che stanno investendo di più in queste tecnologie c’è Red6, secondo la quale la moderna virtualità permette test molto più realistici per le capacità di un pilota rispetto ad un simulatore di volo convenzionale. “Possiamo volare contro qualsiasi minaccia si voglia”, spiega il suo fondatore e Ceo, Daniel Robinson, aggiungendo che “siamo creando davvero un Metaverso militare” attualmente paragonabile ad un “videogioco multiplayer nel cielo”.

I PRECEDENTI


Passo fondamentale verso il Metaverso militare è “l’integrazione di queste tecnologie” secondo Caitlin Dohrman, direttrice generale della divisione per la difesa di Improbable, azienda impegnata nello sviluppo tecnologico per i mondi virtuali e che già collabora con il dipartimento della Difesa statunitense. La società ha già realizzato sconfinati campi di battaglia virtuali per le simulazioni militari del Regno Unito con oltre 10mila personaggi controllati individualmente. “Si tratta di un tipo di simulazione estremamente complesso, soprattutto se si considera il livello di fedeltà richiesto dai militari”, spiega Dohrman, aggiungendo che “si possono avere persone in carne e ossa che partecipano alla simulazione oppure personaggi guidati dall'intelligenza artificiale, come spesso succede con l'esercito”.

REALTÀ VIRTUALE GIÀ ARRUOLATA


Per la guida del nuovo caccia F-35 americano viene già utilizzato un casco high-tech con display per la realtà aumentata che mostra dati telemetrici e informazioni sui bersagli, oltre a filmati del velivolo. Un investimento da 22 miliardi di dollari era stato annunciato da parte dell’esercito USA nel 2018 per lo sviluppo di una versione del sistema di realtà aumentata prodotta da Microsoft, chiamata HoloLens, ma destinata ai soldati (Integrated Visual Augmentation System - Ivas). Infine, pochi anni prima (2014), era stato sviluppato il Project BlueShark, un sistema che permetteva ai marinai di pilotare imbarcazioni collaborando in un ambiente virtuale, mentre l’aeronautica militare utilizza già la realtà virtuale per la formazione dei piloti, oltre che per aiutare i reduci di guerra a curare dolori e disturbi da stress post-traumatico.
Trending