Pratiche di investimento

Investimenti ESG in continua crescita, importante analizzare tutte le fonti

My-Linh Ngo, Head of ESG Investment e Portfolio Manager di BlueBay AM, è convinta che integrare sistematicamente l’analisi ESG contribuisce a risultati migliori, grazie a decisioni informate

di Virgilio Chelli 21 Aprile 2022 15:45
financialounge -  BlueBay ESG Fixed Income
financialounge -  BlueBay ESG Fixed Income

Gli investimenti ESG continuano ad accelerare e il 2022 sarà certamente un altro anno intenso. Gli sforzi per ‘istituzionalizzare’ i fattori ESG aumenteranno man mano che l’integrazione ESG guadagnerà popolarità, e saranno soprattutto due le aree su cui si concentrerà la spinta: le tematiche specificamente ESG e l’implementazione di regolamentazioni e good practices.

OTTENERE RISULTATI MIGLIORI


Lo sottolinea My-Linh Ngo, Head of ESG Investment e Portfolio Manager di BlueBay Asset Management, dicendosi convinta che integrare sistematicamente l’analisi ESG nel processo di investimento possa contribuire a generare risultati migliori, rendendo il processo decisionale più informato.

NON LIMITARSI ALLE INFORMAZIONI AZIENDALI


Per questo, l’analisi ESG è considerata standard all’interno di BlueBay, perché la casa d’investimento mira non solo a far leva sulle informazioni pubbliche delle aziende, ma anche ad attingere ad altre fonti e mantenere un’attività di engagement bilaterale con gli stakeholder. Una parte essenziale, secondo l’esperta di BlueBay AM, riguarda tuttavia il giudizio soggettivo, attraverso cui BlueBay è in grado di cogliere le differenze tra gli obiettivi dichiarati dalle società e la loro attività effettiva.

TRASPARENZA DELLE PRATICHE DI INVESTIMENTO


My-Linh Ngo ritiene inoltre che anche gli investitori dovrebbero essere trasparenti riguardo alle loro pratiche di investimento, e per questo BlueBay AM pubblica una reportistica attraverso diversi canali, come sito, report pubblici, articoli, partecipazione ad eventi, per illustrare in modo bilanciato le politiche e i processi, da un lato, e le performance dall’altro.

IL CIRCOLO VIRTOUSO DELLA RESPONSABILITÀ CONDIVISA


Integrare i fattori ESG è un percorso ripetitivo, che però tende a mostrare dei miglioramenti nella sua continuità. La responsabilità condivisa rappresenta un circolo virtuoso, a beneficio di tutte le parti coinvolte, secondo My-Linh Ngo. Se infatti la disclosure delle aziende sul loro impatto ambientale e sociale migliora, anche per BlueBay in quanto investitori diventa più semplice mettere in evidenza il profilo ESG dei bond detenuti.

BENEFICIO PER TUTTE LE PARTI


Anche lo sviluppo di standard armonizzati di reportistica ESG e framework globali condivisi, sottolinea in conclusione l’esperta di BlueBay AM, sarebbe sicuramente di beneficio per tutte le parti coinvolte.
Trending