Come partecipare

Il bando di Etica Sgr per la parità di genere e l’indipendenza economica delle donne

C’è tempo fino al 28 febbraio 2022 per presentare un progetto per la realizzazione di prodotti di educazione finanziaria per donne in condizione di vulnerabilità causate prevalentemente da forme di violenza economica

di Leo Campagna 18 Gennaio 2022 18:15
financialounge -  donne educazione finanziaria Etica Sgr violenza economica
financialounge -  donne educazione finanziaria Etica Sgr violenza economica

In un periodo di crisi sanitaria, economica e sociale, le donne pagano un prezzo molto alto. Anche in Italia, dove 3 donne su 10 che lavorano non hanno un conto in banca e, soprattutto, al Sud la dove una donna su due che non è autonoma economicamente e dipende totalmente dal proprio partner. Come se non bastasse, in base ad un monitoraggio condotto lo scorso 12 novembre dall’Inps, emerge che le lavoratrici italiane guadagnano in media il 31,2% in meno dei loro colleghi maschi.

AGENDA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELL’ONU


Nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU, articolata in 17 obiettivi, il tema della parità di genere e dell’emancipazione della donna, intesa come rafforzamento in termini di percezione di consapevolezza, competenza e autostima, assume un ruolo cruciale. “In quest’ottica, attraverso l’attività di engagement, sollecitiamo in modo costante le aziende in cui investiamo sul tema della parità di genere per il rafforzamento in termini di percezione di competenza, consapevolezza e autostima del genere femminile”, fanno sapere i manager di Etica Sgr.

FONDAZIONE FINANZA ETICA


La società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Etica, nel 2020 ha promosso Semi di Futuro, un bando realizzato dalla Fondazione Finanza Etica per sostenere Progetti di imprenditorialità femminile contro la violenza di genere. Nel 2021, invece, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ha promosso un bando per la realizzazione di prodotti di educazione finanziaria per donne in condizione di vulnerabilità causate prevalentemente da forme di violenza economica.

C’È TEMPO FINO AL 28 FEBBRAIO 2022


Al bando possono partecipare i progetti inviati esclusivamente via pec entro il 28 febbraio 2022, e promossi da Associazioni, Enti e Fondazioni che operano nel settore del sostegno e dell’aiuto alle donne e alle donne vittime di violenza. Soggetti che abbiano maturato esperienze specifiche in materia di violenza contro le donne. Inoltre, devono avere nel loro Statuto i temi di sostegno ai diritti umani, alla promozione delle pari opportunità e al contrasto alla violenza di genere.

STRUMENTI DI EDUCAZIONE FINANZIARIA


“Le proposte dovranno prevedere” fanno sapere da Etica Sgr “la realizzazione di strumenti di educazione finanziaria con carattere di replicabilità e diffusione potenziale su tutto il territorio nazionale. Un’altra condizione è che sia prevista una fase di sperimentazione dei prodotti di comunicazione proposti su un campione di donne adulte vulnerabili in almeno un centro antiviolenza. Infine, ma non meno rilevante, è necessario che sia prevista, per un periodo di almeno 6 mesi dalla data di chiusura del progetto, un’attività di comunicazione e diffusione dello strumento”.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL BANDO


Il bando sarà suddiviso in due fasi. La prima prevede una valutazione dei requisiti soggettivi e delle proposte da ammettere alla fase successiva. Al termine della seconda fase, il cui termine per l’invio degli eventuali documenti integrativi è fissato per il 10 maggio 2022, si procederà a un’ulteriore valutazione delle proposte di progetto, individuando quella da sostenere. “Fondazione Finanza Etica, sulla base degli esiti della valutazione e dei punteggi conseguiti da ciascuna proposta progettuale, approverà e pubblicherà sul sito con-etica.it la graduatoria definitiva. Il contributo complessivo è pari a 50.000 euro per una unica proposta”, riferiscono da Etica Sgr.
Trending