Simile ad un trolley

Stress da autonomia per l’auto elettrica? Arriva la batteria portatile

Una startup britannica ha presentato una batteria portatile simile ad una valigia da viaggio che permetterà di ricaricare le auto elettriche fino a 65 km di autonomia

di Mauro Speranza 30 Dicembre 2021 - 13:57
financialounge - news
financialounge - news

Mentre le grandi case automobilistiche si sfidano sulla durata dell’autonomia delle loro auto elettriche, la soluzione potrebbe essere ‘a portata di mano’ e trasportabile ovunque andiamo, molto simile ad un trolley da viaggio. Si tratta della batteria portatile con l'innovativo dispositivo Go prodotta dalla Zipcharge, una startup del Regno Unito, presentata in occasione dei lavori del summit globale sul clima Cop26.

LA POWERBANK A FORMA DI TROLLEY


La ZipCharge Go è una powerbank che presenta forma e dimensioni tipiche di un trolley portatile, con un peso di 22,7 kg. Così come si usa per le batterie portatili degli smartphone, quando l’energia del veicolo inizia a scarseggiare, l’automobilista scende dal veicolo e collega il trolley alla porta di ricarica dell’auto. Da ZipCharge assicurano che bastano 30 minuti di ricarica per aggiungere dal 5 al 10% di capacità della batteria a seconda del modello del dispositivo: 4 kWh e 8 kWh. Nella versione meno potente, la batteria aggiungerà tra i 24 e i 32 km di autonomia in mezz’ora, mentre quella più grande richiederà un’ora per altri 40-65 km di ricarica. Altrettanto facile sarà ricaricare la powerbank da auto elettrica: basterà utilizzare una qualsiasi presa domestica, mentre un’applicazione informerà sullo stato della ricarica oltre a fornire supporto per la diagnostica di problemi, geo localizzazione e aggiornamenti del dispositivo.

CARATTERISTICHE TECNICHE


Lo ZipCharge Go dispone di una presa per la ricarica di Tipo 2, uno dei più utilizzati dalle vetture commercializzate in Europa, compatibile con le auto ibride plug-in ed elettriche. La potenza di ricarica da 7,2 kW disponibile è raggiunta grazie anche alla tecnologia di ultima generazione utilizzata dall’accumulatore con miscela NMC (Nichel Manganese Cobalto). Inoltre, è dotato di un inverter AC-DC bidirezionale che ottimizza l’energia, restituendo al sistema elettrico la corrente non utilizzata nella fase di ricarica, oltre a convertire e regolare la tensione in entrata con quella in uscita.

COSTO E TEMPI DI ARRIVO


I prezzi del prodotto non sono stati ancora fissati, ma dalla società hanno anticipato che potrebbe costare circa 1.200 euro per il modello base e 2.400 per quello con maggiore autonomia di ricarica. Dal produttore hanno anche annunciato la possibilità di sottoscrivere una formula di noleggio dal costo di 58 euro al mese. Per quanto riguarda i tempi dell’arrivo sul mercato, il lancio dello ZipCharge Go è atteso nel corso del 2022 prima in Europa e Regno Unito, per poi sbarcare in Asia e negli Stati Uniti.
Trending