Negli Usa

WhatsApp comincia ad accettare i pagamenti in criptovalute

Il programma di messaggistica ha iniziato ad accettare movimenti di criptovalute tramite un wallet digitale realizzato da Facebook chiamato Novi

di Mauro Speranza 15 Dicembre 2021 09:54
financialounge -  Coinbase criptovalute facebook Novi Whatsapp
financialounge -  Coinbase criptovalute facebook Novi Whatsapp

L’uso delle criptovalute come mezzo di pagamento si sta diffondendo sempre di più e WhatsApp ha deciso di "essere della partita", introducendo gli scambi di valute digitali grazie ad una collaborazione con Coinbase, uno dei più importanti Exchange del Mondo.

WHATSAPP IMPLEMENTA LE CRIPTOVALUTE


La possibilità di effettuare movimenti di criptovalute sull’app di messaggistica di proprietà di Facebook-Meta avviene già per gli utenti statunitensi ed è possibile tramite un wallet (portafoglio) digitale chiamato Novi, sviluppato dalla stessa società. Attraverso questo strumento, gli iscritti al servizio possono eseguire movimenti di cripto direttamente dalle chat, senza costi aggiuntivi. Il programma interessa attualmente soltanto il territorio degli Stati Uniti, ma il raggio d’azione verrà esteso presto almeno all’India e al Brasile, dove da poco è iniziata la fase di test.

I DETTAGLI TECNICI


Le transazioni di cripto all’interno di Whatsapp vengono effettuate utilizzando una stablecoin, Pax Dollar (USDP). Si tratta di una categoria di monete digitali che si differenza dalle altre criptovalute in quanto sono ancorate ad una valuta fisica, in questo caso il dollaro. La conversione è quindi garantita 1:1 ed avviene in maniera immediata, mentre da Novi e da Whatsapp hanno confermato che non è previsto alcun tipo di commissione in nessuna fase del suo utilizzo quali la conversione all’invio o il deposito dei Pax Dollar sul proprio portafoglio. La collaborazione con Coinbase prevede la garanzia sulla custodia delle somme affidata proprio all’exchange, una delle principali piattaforme di scambio di beni digitali e avente sede a San Francisco.

CRIPTOVALUTE SEMPRE PIÙ IMPORTANTI


Novi nasceva all’interno del progetto di valuta digitale chiamata ‘Libra’, nei programmi di Facebook annunciati nel 2019 con l’obiettivo di rivoluzionare l’economia globale. L’idea di Libra, però, si sgonfiò con il tempo, anche a causa delle diffidenze delle istituzioni verso le criptovalute.
Nonostante lo stop a Libra, Zuckerberg sembra puntare sempre di più sulle valute digitali e con l’avvento del metaverso annunciato dal fondatore di Facebook, l’importanza del loro ruolo potrebbe aumentare sempre più, dopo che già il social network aveva iniziato ad accettarle come strumento di pagamento.
Trending