Le tendenze del futuro

Il megatrend del cloud alla prova della sicurezza informatica

Gli esperti di Candriam prevedono un’accelerazione nella migrazione al cloud, favorita anche dall’emergere di diversi provider come Google Cloud Platform, Amazon Web Services e Microsoft Azure

di Leo Campagna 9 Dicembre 2021 19:30
financialounge -  Candriam Cloud Felix Demaeght Johan Van Der Biest magatrend smart
Il cambio di paradigma da un'architettura IT centralizzata a una distribuita, basata sul cloud computing, costituirà un elemento chiave della trasformazione digitale in corso che, dopo i lockdown dovuti alla pandemia, è diventata un megatrend in rapida accelerazione.

LA SICUREZZA INFORMATICA, UN ASPETTO PIÙ IMPORTANTE CHE MAI


Tuttavia, come sottolineano Johan Van Der Biest, Lead Manager For The Candriam Robotics And Innovative Technologies Fund e Felix Demaeght, Equity Research Analyst di Candriam, “non si tratta solo di cambiare il modo in cui le aziende collegano i propri dipendenti alle risorse informatiche interne, a Internet e alle varie applicazioni, ma concerne anche la sicurezza informatica, un aspetto che oggi è più importante che mai”.

RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI


La sicurezza informatica ha infatti un impatto diretto e significativo , sui rapporti con i partner, sulla sicurezza ambientale con importanti implicazioni sugli aspetti sociali e di governance delle attività aziendali, oltre che sul profilo di sostenibilità delle imprese. Particolarmente delicato l’aspetto relativo alla raccolta e al trattamento dei dati sensibili, riservati o esclusivi dei clienti e dei dipendenti.

UN’ACCELERAZIONE DELLA MIGRAZIONE AL CLOUD


I lockdown e le restrizione legati alla pandemia hanno determinato un boom del lavoro a distanza, una necessità per cui la vecchia infrastruttura IT centralizzata non era progettata. “In poco tempo migliaia di dipendenti hanno potuto accedere da remoto, utilizzando in alcuni casi laptop e tablet probabilmente non sicuri, così le vulnerabilità dei sistemi e i potenziali punti di accesso per gli hacker si sono ampliati in modo significativo” sottolineano Van Der Biest e Demaeght. Un fenomeno che, secondo i due manager di Candriam, propizierà un'accelerazione della migrazione al cloud, favorita anche dall’emergere di diversi provider come Google Cloud Platform, Amazon Web Services e Microsoft Azure.

INFRASTRUCTURE-AS-A-SERVICE (IAAS) E SOFTWARE-AS-A-SERVICE (SAAS)


“Oggi, a differenza del passato, l'infrastruttura IT può essere esternalizzata come IaaS (Infrastructure-as-a-service), insieme a tutte le applicazioni e ai software necessari (SaaS, Software-as-a-Service), sollevando le aziende dall’onere di acquisto e gestione di hardware e software. Il risultato è che un'azienda media utilizza attualmente oltre 100 applicazioni SaaS” spiegano Van Der Biest e Demaeght.

ESCLUSI I MOVIMENTI LATERALI INTORNO ALLA RETE


La diffusione del cloud offre alle aziende il tipo di flessibilità e scalabilità che prima non avevano. E, soprattutto, garantisce un diverso tipo di sicurezza che permette agli utenti autorizzati di accedere praticamente a tutto su una determinata rete. “L'accesso è consentito solo alle applicazioni che l’utente sta utilizzando, escludendo movimenti laterali intorno alla rete Nel caso per esempio di Zoom, Office 364 o Salesforce, ogni richiesta di accesso a un servizio da parte di un utente conosciuto viene convalidata separatamente, e la connessione con quel servizio viene nuovamente interrotta nel momento in cui l'utente chiude l'applicazione” riferiscono i due manager.

TENDENZE PREDOMINANTI ANCHE NEL PROSSIMO FUTURO


Le aziende impegnate nell’aggiornamento e nello sviluppo della sicurezza informatica, ricavano benefici sia dai vantaggi associati al riconoscimento delle credenziali ESG, sia dalla necessità di cambiamento derivante dal nuovo ambiente di lavoro. “Le aziende che intraprendono quello che definiamo ‘passaggio al Cloud’ consentirà di rafforzare la sicurezza informatica e di ottenere vantaggi diversi e a lungo termine. Siamo convinti che queste tendenze resteranno predominanti anche nel prossimo futuro” concludono i due manager di Candriam.
Share:
Trending