Pagamenti sempre più digital

Pagamenti digitali, ecco perché non serve più stampare lo scontrino cartaceo

Una novità approvata dall’Agenzia delle Entrate prevede la possibilità per i negozianti e ristoratori di adottare lo scontrino digitale, riducendo così lo spreco di carta

di Fabrizio Arnhold 26 Novembre 2021 15:58
financialounge -  Cashless pagamenti digitali scontrino digitale smart
financialounge -  Cashless pagamenti digitali scontrino digitale smart

Da settembre tutti gli esercenti possono abbandonare la carta. La novità approvata dall’Agenzia delle Entrate, infatti, prevede la possibilità di adottare lo scontrino digitale. Bar, piccoli e medi esercenti possono così attivare la funzionalità dello scontrino digitale, con la possibilità di inviare ai propri clienti la ricevuta via mail.

STESSO VALORE LEGALE


Dal punto di vista legale non cambia nulla. Il cliente che riceve via mail il pdf firmato digitalmente potrà conservare lo scontrino per ogni eventualità: dalle detrazioni fiscali alla garanzia legale del prodotto acquistato. Con il vantaggio, in quest’ultimo caso, di non dover neanche vedere sbiadire il classico scontrino di carta con il passare del tempo.

CRESCONO I PAGAMENTI DIGITALI


Tra le tendenze destinate a durare, anche nel post Covid, sembra esserci anche quella relativa ai pagamenti cashless. Secondo le stime dell’Osservatorio Innovative Payments, tra il 2019 e il 2021, i pagamenti contactless e mobile sono cresciuti rispettivamente del 66% e del 108%. Tra i motivi il piano cashless introdotto e poi sospeso dal governo e la pandemia cha ha dato una spinta all’e-commerce e ai pagamenti con carta elettronica.

MEGLIO “SENZA CONTATTO”


Nello specifico, la modalità di pagamento in negozio “senza contatto” è diventata tra le preferite dagli utenti anche per una questione di maggiore sicurezza, in tempo di Covid. Le transazioni digitali nel primo semestre del 2021 hanno raggiunto quota 145,6 miliardi di euro, con un +23,1% rispetto ai sei mesi precedenti.

PIÙ PAGAMENTI INNOVATIVI


Le Pmi, soprattutto dopo i mesi di lockdown della pandemia, guardando i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail 2021, hanno implementato l’offerta di metodi di pagamento innovativi, contactless e mobile (67%) e sviluppato modelli omnicanale (42%) con l’obiettivo di aumentare l’integrazione tra online e offline.

DIVENTA DIGITALE ANCHE LA RICEVUTA


Il trend della digitalizzazione dei pagamenti è chiaro. Il passo ulteriore, adesso, da compiere vorrebbe eliminare la carta anche per l’ultimo miglio del processo di pagamento, ossia quello relativo all’emissione dello scontrino. Tra i sistemi tecnologici, tra i primi c'è quello di Scloby ed Epson che offre la possibilità di dotare le casse dei negozi e ristoranti di un sistema in grado di elaborare lo scontrino in formato digitale. Tra i vantaggi, c’è anche l’aspetto pratico. E non solo per gli esercenti. Conservare le ricevute, soprattutto per liberi professionisti che hanno esigenze anche fiscali, sarà più facile. E l’ambiente ringrazia.
Trending