Oltre l’elettrico

Snam e Toyota insieme per l’auto a idrogeno

Con CaetanoBus è stato firmato un protocollo d’intesa per sviluppare progetti per il trasporto pesante e leggero. Non solo in Italia ma anche in Europa

di Fabrizio Arnhold 20 Ottobre 2021 - 13:22
financialounge - news
financialounge - news

L’auto elettrica? Già roba vecchia. Snam, Toyota e CaetanoBus hanno siglato un protocollo d’intesa con l’obiettivo di avviare una collaborazione per accelerare sulla mobilità a idrogeno. La transizione energetica, quindi, nella mobilità del futuro prevede sì il superamento dei motori a benzina, ma l’alternativa non sarà solo elettrica. Il progetto mira a promuovere l’introduzione delle mobilità a idrogeno, per il trasporto pesante e leggero.

L’INTESA


Lo sviluppo di nuovi progetti di mobilità a idrogeno “end to-end” prevede la realizzazione in Italia e in altri Paesi dell’Ue, a supporto e beneficio delle pubbliche amministrazioni, delle comunità locali, di imprese e soggetti privati. La collaborazione prevede di svolgere anche attività di analisi, scouting e sperimentazione di soluzioni tecnologiche innovative, nonché lo sviluppo d’intese in aree non strettamente legate alla mobilità.

L’IDROGENO PER LA DECARBONIZZAZIONE


Per Alessio Torelli, chief mobility officer di Snam, questa collaborazione mira a dare impulso “all’utilizzo dell’idrogeno come vettore energetico chiave per abilitare una decarbonizzazione diffusa nel settore della mobilità”. Affinché si possa procedere con lo sviluppo del progetto, “saranno decisive le sinergie con i produttori di autoveicoli e con il mondo del trasporto pubblico”. L’obiettivo dell’accordo è quello di costruire un’alleanza tra operatori del settore energetico e dei trasporti per offrire agli utenti soluzioni di mobilità sostenibili.

ACCELERARE LA MOBILITÀ SOSTENIBILE


"Siamo molto lieti di unire le nostre forze con Snam e con CaetanoBus, con i quali condividiamo l'impegno verso un futuro più sostenibile”, commenta Luigi Ksawery Lucà, amministratore delegato di Toyota Motor Italia. "Come Gruppo Toyota siamo da sempre impegnati a livello globale nella realizzazione di una mobilità sostenibile, che veda nel lungo termine l'utilizzo sempre più diffuso di mezzi e soluzioni di mobilità a zero emissioni, motivo per il quale investiamo da oltre 25 anni sui sistemi di propulsione a idrogeno”.

TRA PUBBLICO E PRIVATO


La mobilità di domani sarà green anche nel trasporto pubblico. “La decarbonizzazione contribuisce a migliorare la vita di tutti”, afferma Patrícia Vasconcelos, ceo di CaetanoBus. "CaetanoBus produce autobus e pullman dal 1946, con più di un decennio dedicato alla mobilità elettrica, dal 2018 sviluppa soluzioni di mobilità alimentate a idrogeno ed è stato per noi un vero piacere apprendere ed essere ispirati da Toyota e dalla sua esperienza”.
Trending