La giornata sui mercati

Partenza cauta per le Borse europee

Primi scambi intorno alla parità per i listini europei in attesa delle prime trimestrali delle big tech americane. Seduta positiva in Asia

di Antonio Cardarelli 19 Ottobre 2021 - 7:24
financialounge - news
financialounge - news

Avvio intorno alla parità per i listini europei in una giornata caratterizzata da numerosi interventi dei banchieri centrali sia in Europa che negli Usa. Milano, Parigi e Francoforte viaggiano poco sotto la neutralità dopo i primi scambi.

ATTESA PER LE TRIMESTRALI


L'effetto trimestrali prova a farsi sentire anche sulle Borse europee, che dopo un inizio di settimana complicato provano a ripartire seguendo la scia di Wall Street. Ieri l'indice S&P 500 ha chiuso al rialzo per la quarta seduta consecutiva e, in generale, la pubblicazione delle trimestrali in questi giorni lascia ben sperare. Ieri Apple ha svelato i nuovi prodotti per la prossima stagione, con il nuovo MacBook Pro, che incorpora processori Apple, in primo piano. Oggi negli Usa sono attesi i conti di Netflix, Johnson & Johnson e Philip Morris.

ASIA POSITIVA


In Asia arrivano le contromisure della Cina per superare i rallentamenti dovuti alla crisi energetica, che ha provocato un terzo trimestre deludente - per gli standard cinesi - sul fronte crescita e produzione. La Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma ha autorizzato definitivamente le miniere ad estrarre più carbone fino a portare la produzione complessiva a +6%. Le Borse di Shanghai e Hong Kong, nella mattinata europea, segnano un rialzo rispettivamente dell'1,3% e dello 0,6%.

BENE ANCHE TOKYO


Seduta positiva anche per la Borsa di Tokyo, trainata dai titoli tecnologici e da un certo ottimismo sulla crescita economica. La stampa giapponese ipotizza una possibile revoca totale a novembre delle ultime misure anti Covid per limitare gli orari di apertura di bar e ristoranti. Inoltre, il morale degli investitori è sostenuto anche dalla prospettiva di un nuovo piano di ripresa economica da parte del nuovo esecutivo. L'indice Nikkei dei titoli guida ha chiuso in progresso dello 0,65% a 29.215 punti.

MATERIE PRIME


Sul fronte materie prime prosegue il rialzo del petrolio, che da inizio mese registra un aumento di circa il 10%. Nella mattinata europea Wti e Brent salgono rispettivamente dello 0,6% e dello 0,5% a quota 82,2 e 84,7 dollari al barile. In crescita anche l'oro a 1.779 dollari l'oncia. Lo spread tra Btp e Bund scende a 103 punti base.
Trending