Engagement e fondi

Al via la piattaforma per investimenti orientati agli SDGs per lo sviluppo sostenibile

Etica Sgr prende in considerazione gli SDGs anche per l’attività di engagement, ovvero il dialogo con il top management e il voto in assemblea delle aziende nelle quali investono i propri fondi

di Leo Campagna 26 Agosto 2021 20:00
financialounge -  Engagement ESG ESG Etica Sgr investimenti Scenari
financialounge -  Engagement ESG ESG Etica Sgr investimenti Scenari

Per colmare il divario attualmente esistente per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), sarebbe sufficiente riallocare soltanto l’1,1% del totale delle attività detenute da investitori istituzionali, banche e asset manager.

SDG INVESTOR PLATFORM


Peccato che al momento il programma per raggiungere gli SDGs sia in netto ritardo sotto il profilo finanziario. Per centrare gli obiettivi di sviluppo sostenibile, è stata messa a punto la piattaforma per gli investimenti SDG. “Il programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e l’iniziativa SDG Finance hanno lanciato la SDG Investor Platform: una piattaforma per veicolare le masse finanziarie del settore privato verso investimenti che contribuiscano al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu entro il 2030” fanno sapere gli esperti di Etica Sgr.

SDG INVESTOR MAPS


La piattaforma, grazie alle SDG Investor Maps (create dalla SDG Finance initiative) e della presenza dell’UNDP in più di 170 Paesi e territori, si propone di segnalare agli investitori le aree di impatto/sostenibilità che, combinate con un rendimento, potrebbero essere dei fattori di cambiamento nel loro portafoglio. Sono al momento oltre 200 le opportunità di investimento identificate in 14 Paesi e in oltre 12 settori, dalle infrastrutture ai beni di consumo, dall’educazione ai servizi. “Tramite un sistema di selezione che utilizza filtri per SDG, Paese, settore, sotto-settore, rendimento previsto o durata temporale, è possibile individuare specifiche aree e opportunità di investimento in tutto il mondo” continuano i manager di Etica Sgr.

UN PROCESSO IN OTTO FASI


Le SDG Investor Maps dell’UNDP consentono infatti di delineare le coordinate di un investimento orientato verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, attraverso un processo in otto fasi per individuare e testare potenziali modelli di business che soddisfano i bisogni più urgenti. Si parte dalla raccolta di informazioni sui bisogni di sviluppo sostenibile e sulle priorità politiche del Paese per poi sinterizzare il tutto in un set di dati che comprenda i settori prioritari di intervento. Quindi si collezionano informazioni sui bisogni di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e sulle politiche di investimento per ogni settore per poi sintetizzare bisogni e politiche in una serie di sottosettori prioritari.

ACCORDI DI IMPATTO


Per ciascuno di questi sottosettori si identificano le sub-regioni più allineate. Le informazioni vanno poi riassunte in una serie di sub-regioni prioritarie e, successivamente, si delineano i potenziali modelli di business che potrebbero soddisfare le necessità SDG a livello sub-settoriale e sub-regionale. Infine, per ogni modello di business, si può integrare il tutto con una serie di informazioni di supporto tramite le quali gli investitori siano in grado di eseguire la due diligence e, infine, dare forma ad accordi di impatto.

IL REPORT DI IMPATTO ANNUALE DI ETICA SGR


Nella promozione dello sviluppo sostenibile un ruolo cruciale lo svolge la finanza. Etica Sgr, da oltre 20 anni impegnata nell’investimento responsabile e sostenibile, per monitorare ogni anno la sua azione agli SDGs redige il Report di Impatto. Un documento che misura l’impatto ambientale, sociale e di governance degli investimenti azionari, prendendo come riferimento gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

L’ATTIVITÀ DI ENGAGEMENT


“Etica Sgr prende in considerazione gli SDGs anche per l’attività di Engagement, ovvero il dialogo con il top management e il voto in assemblea delle aziende nelle quali investono i nostri fondi. Ci proponiamo di sollecitare le imprese a intraprendere condotte sempre più responsabili e sostenibili. Così, ad ogni ambito strategico di engagement, è stato associato l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile corrispondente, toccando tematiche come l’istruzione, la salute, la parità di genere, la salvaguardia dell’ambiente e la lotta alla povertà” concludono gli esperti di Etica Sgr.
Trending