Continua il rimbalzo sulle Borse Ue, Mediobanca su dopo mossa Caltagirone

La giornata sui mercati
di Stefania Scordio 21 Luglio 2021 - 9:27

Apertura positiva per gli indici del Vecchio Continente, per il secondo giorno consecutivo. Occhi puntati su Mediobanca: Caltagirone aumenta la sua quota e punta al 5%

Le piazze europee alzano la testa e viaggiano attorno al mezzo punto percentuale: il Ftse Mib segna un rialzo dello 0,5%, come il Cac40 e l’Ibex (0,6%). Più modesto il Dax appena sopra la parità allo 0,09%. Prevale dunque la prudenza vista la diffusione della variante Delta del Covid-19 e lo spettro di nuove chiusure, ma con una nota di coraggio. In Asia, l’indice Nikkei chiude la seduta con un rialzo dello 0,5% dopo l’aumento dell’inflazione di giugno: +0,3% rispetto a maggio, +0,2% rispetto a giugno 2020.

LA NUOVA STRATEGIA DELLA BCE

Gli investitori guardano alle comunicazioni – previste domani – di politica monetaria della Bce, già annunciate lo scorso 8 luglio da Chistine Lagarde. La novità che si attende è la soglia del 2% pieno dell’inflazione: finora l’obiettivo era quello di contenere l’aumento dei prezzi al di sotto di questo valore, oggi invece la nuova strategia prevederebbe anche il raggiungimento pieno di quella soglia controllata dalle procedure della Banca centrale. Con questo cambio di approccio, visto il recente aumento dell’inflazione, l’Eurotower non dovrebbe ridurre il piano di stimoli (Pepp) ma tenerlo costante fino alla scadenza già segnata per marzo 2022. Intanto lo spread Btp/Bund viaggia attorno ai 113 punti base con il rendimento del decennale italiano, nel mercato dei titoli di stato, dello 0,6%.

APPUNTAMENTI MACRO

Nella giornata di oggi, invece, verrà diffuso il dato il dato relativo al fatturato dell’industria italiana che riguarda il totale delle vendite realizzato sul mercato interno e su quello estero dal settore. Oltreoceano sarà pubblicato il numero di scorte di petrolio settimanali in giacenza presso le imprese statunitensi, valore che influenza il prezzo dei prodotti derivati. Dopo l’accordo dell’Opec+, Wti e Brent hanno visto un ribasso che continua: il primo scambia a 66 dollari al barile (-0,3%), il secondo a 69 (-0,3%).

OCCHI SU MEDIOBANCA

A Milano si guarda con attenzione al titolo Mediobanca in rialzo dello 0,9% dopo la comunicazione della Consob su Francesco Gaetano Caltagirone che aumenta la sua quota di quasi il 3% puntando al 5,055% . Obiettivo fissato tra il 20 agosto e il 17 settembre.

TORO ALL’ATTACCO

I futures di Wall Street si muovono in territorio positivo dopo l’analisi di JP Morgan che ha migliorato le proprie stime per l’S&P 500: entro fine dell’anno, prevedono gli analisti, l’indice toccherà quota 4.600 punti, 200 in più rispetto all’ultima previsione di 4.400 punti. Si tratterebbe di un rialzo di oltre l’8%.

Financialounge - Telegram