Wall Street apre la settimana in rialzo nonostante i timori sulla Federal Reserve

La Borsa di New York
di Fabrizio Arnhold 21 Giugno 2021 - 15:38

Semaforo verde sulla Borsa di New York, dopo la settimana “nera” della Federal Reserve che ipotizza un aumento dei tassi prima del previsto. In negativo il Nasdaq

La Borsa di New York apre la settimana con il segno più, nonostante le preoccupazioni sull’eventualità che la Fed possa mettere mano al rialzo dei tassi prima del previsto. Il Dow Jones apre a +0,60%, lo S&P 500 a +0,28% e il Nasdaq inizia la giornata a -0,16%.

LA FED UN PO’ PIÙ “FALCO”

Mentre l’Europa cerca di riprendere fiato, Wall Street prova a recuperare dopo che nella scorsa settimana il Dow Jones ha fatto registrare la performance peggiore da ottobre. Sui mercati hanno pesato le parole del presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, che ha aperto alla possibilità di un innalzamento dei tassi già a partire dal 2022, per limitare l’inflazione.

LE MATERIE PRIME PROVANO IL RIMBALZO

I titoli delle materie prime mettono a segno una leggera ripresa, dopo i cali dei giorni scorsi, con Exxon e Chevron in rialzo di circa l’1%. Oggi inizia la due giorni dell’Amazon Prime Day, con sconti e offerte sulla piattaforma del commercio online che ha registrato qualche problema nell’approvvigionamento a seguito dei lockdown imposti dalla pandemia.

PETROLIO SU, CALA ANCORA IL BITCOIN

Il prezzo del greggio resta stabile, con il Wti al Nymex che in queste settimane sta toccando i massimi degli ultimi 32 mesi, spinto dalle riaperture delle attività e dall’aumento della domanda. Il barile è scambiato a 71,58 dollari. In calo ancora la quotazione del Bitcoin (-9,5%) a 32.609 dollari.

Financialounge - Telegram