Propensione al rischio

BlackRock pro-rischio, posizionamento strategico su clima e Cina

Nel forum di metà anno, executive e manager della grande casa hanno confermato la visione di tassi USA bassi nonostante un’inflazione in rialzo anche nel medio termine. Timori di bolle sistemiche ingiustificati

di Virgilio Chelli 15 Giugno 2021 19:00
financialounge -  BlackRock FED FOMC inflazione investimenti Scenari
financialounge -  BlackRock FED FOMC inflazione investimenti Scenari

I tassi d’interesse resteranno bassi in USA nonostante l’aumento dell’inflazione, con la Fed che vigilerà anche sui rendimenti a lungo termine. Questo rafforza la propensione al rischio in un quadro di ripresa economica sempre più estesa, con una preferenza per gli asset destinati a beneficiare dalla transizione climatica, a cominciare dalla Cina, e per i bond legati all’inflazione. La direzione è chiara, ma è anche cruciale identificare opportunità a breve da cogliere lungo il percorso, come gli asset più strettamente legati al tema della ripresa. I timori di bolle o rischi sistemici non sembrano invece giustificati.

CONSENSO PRO-RISCHIO


Sono le indicazioni del meeting virtuale di metà anno dei senior executive e portfolio manager di BlackRock, che hanno manifestato un consenso pro-rischio su un orizzonte tattico, secondo quanto riporta il commento settimanale su mercati e temi d’investimento del BlackRock Investment Institute dal titolo “Cosa ci aspetta dopo la ripartenza”. Oltre a questo tema di breve termine, executive e manager di BlackRock hanno espresso un’ampia gamma di vedute su una serie di temi, tra cui crescita e inflazione, identificando la transizione climatica e il ruolo chiave della Cina tra i temi di investimento a lungo termine.

ATTESA DALLA FED CONFERMA SU INFLAZIONE TRANSITORIA


Oltre al meeting di metà anno, il BlackRock Investment Institute evidenzia come punti chiave per la settimana il rally delle azioni e il calo dei rendimenti dei bond, nonostante lo strappo dell’inflazione in USA, da considerare legato alla ripartenza, con un focus sulle indicazioni che usciranno domani sera dalla due giorni del FOMC della Federal Reserve, da cui BlackRock si attende una conferma della lettura del carattere temporaneo e transitorio dell’aumento dell’inflazione.

CRESCITA USA SOPRA IL TREND


Il rimbalzo dell’economia dallo shock da Covid è stato importante, a conferma che si tratta di una robusta ripartenza e non di un normale ciclo successivo a una recessione, in netto contrasto con quanto avvenuto in occasione della crisi finanziaria e del “decennio perso” che ne è seguito. Ora le stime puntano a una crescita USA sopra il trend, in una dinamica inconsueta, il che pone appunto la questione su cosa ci sarà dopo. Molti executive e manager di BlackRock vedono un’inflazione USA viaggiare sopra il target della Fed nel medio termine, un’attesa condivisa dal BlackRock Investment Institute, che stima un’inflazione media appena sotto il 3% tra il 2025 e il 2030, non ancora prezzata dai mercati.

CONSENSO SU TRANSIZIONE VERDE E CINA


Dal forum di metà anno di BlackRock è emerso comunque un forte consenso sui temi di lungo periodo, tra cui la transizione a un’economia a emissioni zero, opportunità negli asset della Cina nonostante le tensioni strutturali con gli USA, e un ruolo che continuerà ad essere chiave dell’innovazione tecnologica, che sarà cruciale per la soluzione di problemi secolari come l’invecchiamento della popolazione e il calo della partecipazione alla forza lavoro, così come per il contrasto del cambiamento climatico e la transizione verde.

MUTAMENTO TETTONICO NON ANCORA PREZZATO


Il BlackRock Investment Institute osserva che non esiste ancora una roadmap per questo ‘mutamento tettonico’, che i mercati continuano a non prezzare fino in fondo. La transizione è destinata a creare domanda sostenuta di materie prime, come rame e litio, che sono essenziali per l’elettrificazione, ma potrebbe anche esacerbare gli squilibri tra domanda e offerta sul mercato del petrolio, facendo scattare fenomeni di volatilità. Secondo BlackRock, la Cina sarà cruciale nel percorso della transizione verde, in quanto primo emittente globale di gas serra. Per BlackRock gli asset legati alla Cina meritano un posizionamento ‘core’ nei portafogli, nel contesto di un nuovo ordine globale sempre più bipolare USA-Cina.
Trending