Investimenti sostenibili, le obbligazioni hanno una marcia in più

Scelta verde
di Virgilio Chelli 10 Giugno 2021 - 18:30

Gli esperti di Columbia Threadneedle Investments fanno il punto sul reddito fisso in una fase di timori per l’inflazione e sottolineano la crescita delle emissioni di debito sostenibile, che hanno superato 1.600 miliardi di dollari

I vaccini accompagnano le economie verso la normalità, le obbligazioni societarie si sono riprese dopo un duro shock con tassi di insolvenza tornati ai minimi dal 2019, mentre dopo 40 anni di assenza l’inflazione reale sembra dietro l’angolo, soprattutto negli Stati Uniti, incrinando la fiducia del mercato. In questo quadro sempre più investitori sono attratti dalle strategie ESG, vale a dire ambientali, sociali e di governance, con un mercato globale del debito sostenibile che ha ora superato 1.600 miliardi di dollari. Per questo si può affermare che la sostenibilità, insieme a liquidità e inflazione, siano i tre fattori che più influenzano il mercato globale del credito.

LIQUIDITÀ E INFLAZIONE

In un Webinar per la stampa finanziaria, tre esperti di Columbia Threadneedle Investments, Gene Tannuzzo, Global Head of Fixed Income, Roman Gaiser, Head of Fixed Income and High Yield, EMEA e Tammie Tang, Senior Portfolio Manager, Investment Grade Credit, EMEA hanno fatto il punto, partendo dalle liquidità con cui le banche centrali hanno inondato economie e mercati, con l’effetto di gonfiare i propri bilanci di asset acquistati a livelli senza precedenti. Intanto l’inflazione rialza la testa in USA, ma la Fed assicura che è un fenomeno temporaneo, valutazione con cui Columbia sostanzialmente concorda, anche se mancano ancora diversi tasselli di informazione.

MERCATO RECORD PER GLI HIGH YIELD EUROPEI

In ogni caso la combinazione di ripresa robusta, liquidità abbondante e segni di risveglio dell’inflazione è favorevole alle imprese che emettono debito, grazie agli spread in compressione, per cui gli esperti di Columbia vedono valore nel segmento dei bond corporate nella fascia di rating BB-BBB, nella previsione di assistere a ulteriori upgrade da parte delle agenzie specializzate. Le preoccupazioni riguardano semmai I livelli raggiunti dalle valutazioni, ormai un po’ tirate. Il mercato europeo degli High Yield ha raggiunto dimensioni storicamente record, a seguito del fenomeno dei fallen angel, declassati causa pandemia dall’Investment Grade e concentrati nelle large cap di alcuni settori, come auto, energia e trasporti.

ESG E RAPPORTO COSTI/RICAVI

Intanto il tema ESG diventa sempre più centrale per gli investitori obbligazionari, man mano che i governi si impegnano per il contrasto al cambiamento climatico e le aziende modificano i comportamenti conseguentemente. I fattori chiave per valutare gli emittenti di debito sostenibile sono secondo gli esperti di Columbia soprattutto due, le priorità che le imprese si assegnano e l’impatto finanziario che questo impegno comporta. Ad esempio, nell’industria delle bevande non alcoliche la gestione dell’acqua è la priorità numero uno, ma ha un forte impatto sul rapporto costi/ricavi.

IL VANTAGGIO DEL REDDITO FISSO SULL’EQUITY

Tammie Tang si è concentrata in particolare sui vantaggi degli investimenti in reddito fisso rispetto all’equity nel segmento ESG, elencando una serie di fattori: scala e dimensioni, universo molto vasto di emittenti che comprende anche le aziende non quotate, le organizzazioni mutualistiche, governative e Non Profit, il fatto che la struttura degli asset come proprietà consente la cartolarizzazione e che molto spesso si tratta di attività altamente regolare, come le Utility e i Trasporti pubblici.

LA VALIDITÀ DELL’IMPACT INVESTMENT

A vantaggio dell’investimento ESG a reddito fisso giocano anche la finalizzazione ad utilizzi specifici dei capitali raccolti, la selezione e la valutazione dei progetti, la gestione delle risorse raccolte con il debito, il reporting. Tang ha anche insistito sulla validità dell’impact investment, un segmento del crescente mercato dei bond sostenibili, e ha citato gli esempi dei bond focalizzati sulla S di Social delle strategie ESG emessi da Lloyds, per sostenere la crescita delle Pmi britanniche, e dal NatWest Social Bond.

Financialounge - Telegram