Le Borse Ue poco mosse in attesa della Bce

La giornata sui mercati
di Fabrizio Arnhold 9 Giugno 2021 - 9:24

Avvio senza slancio per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori che aspettano le banche centrali. A Milano faro sui titoli del risparmio gestito. In risalita il prezzo del petrolio

Apertura all’insegna della cautela per le Borse europee. Si avvicinano gli appuntamenti chiave con le banche centrali e l’inflazione Usa. A Milano, il Ftse Mib apre le contrattazioni a +0,24%, a Francoforte il Dax a +0,01%, a Parigi il Cac40 +0,19%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,23% e a Londra il Ftse 100 inizia la giornata a -0,30%. La Borsa di Tokyo chiude in leggero ribasso, con l’indice Nikkei a -0,35%.

IN ATTESA DELLE BANCHE CENTRALI

L’attenzione degli investitori è focalizzata sulle riunioni della Bce e della Fed, dalle quali sono attese indicazioni sulla politica monetaria e sull’inflazione Usa. Ieri Wall Street ha chiuso senza squilli, con gli indici che restano comunque vicino ai massimi, mentre i rendimenti dei T-bond sono scesi sui minimi da un mese. In Cina da segnalare il balzo dei prezzi alla produzione, con un aumento record da 12 anni.

A PIAZZA AFFARI FOCUS SULLE BANCHE

Da seguire sul listino milanese i titoli del risparmio gestito, dopo che Banca Mediolanum (+0,24%) e Fineco (+0,04%) hanno registrato raccolte record a maggio. Oggi toccherà ad Azimut e Banca Generali. Fari puntati anche su Ferrari, dopo la nomina di Benedetto Vigna come nuovo amministratore delegato, in uscita da Stmicroelectronics.

PETROLIO IN RISALITA, SPREAD POCO MOSSO

Riprende la corsa al rialzo il greggio, con il prezzo che fa registrare nuovi record. Il Wti supera i 70 dollari al barile, mentre il Brent viene scambiato oltre i 72 dollari al barile, spinto dalle attese di una domanda in forte recupero. Sul fronte valutario, euro/dollaro in lieve rialzo a 1,217, mentre lo spread in avvio si attesta a 108 punti base, in linea con il closing precedente.

Financialounge - Telegram