Addio a Prime Now: gli utenti Amazon potranno fare la spesa sul sito ufficiale

Spesa veloce
di Redazione 28 Maggio 2021 - 9:29

La chiusura di Prime Now avverrà entro la fine dell’anno, quando sia la versione desktop che l’applicazione smetteranno di funzionare in tutto il mondo

Amazon chiuderà Prime Now, il servizio che permette ai clienti dell’azienda di ordinare online con consegna in due ore, e gli iscritti al gigante dell’e-commerce potranno fare la spesa direttamente dal sito ufficiale Amazon.it. Recentemente la società ha iniziato ad avvisare gli utenti di Prime Now tramite un pop up che si apre al momento in cui gli utenti entrano nella pagina web o nell’applicazione. La chiusura di Prime Now avverrà entro la fine dell’anno, quando sia la versione desktop che l’applicazione smetteranno di funzionare in tutto il mondo (era già stata gradualmente disattivata in paesi come India e Giappone).

COME FUNZIONA IL SERVIZIO DI CONSEGNA DELLA SPESA IN GIORNATA DI AMAZON

Il servizio di consegna della spesa in giornata è attivo da pochi mesi sul sito principale di Amazon.it e promette la consegna in due ore dei prodotti di diversi supermercati. Con Prime Now era possibile acquistare non solo i prodotti venduti direttamente dalla stessa Amazon, che ora sono reperibili nello store Fresh all’indirizzo www.amazon.it/fresh. Ad oggi UNES è disponibile su Amazon.it, con lo stesso servizio di consegna che conosciamo di Prime Now, nelle aree coperte. Ora queste realtà associate saranno trasferite nel portale Amazon.it prima che l’app e il sito web Prime Now vengano ritirati, entro la fine dell’anno.

ULTERIORI VANTAGGI PER AMAZON

Se il cambiamento potrebbe sembrare minimo, Amazon potrebbe avvantaggiarsi da questa scelta. Chiudendo Prime Now, infatti, tutti i clienti abituali si sposterebbero sul sito principale e potrebbero approfittare per acquistare anche prodotti non legati alla spesa, nonostante la possibilità di avere due diversi carrelli e diverse tempistiche di consegna.

PRIME NOW: DALL’IDEA AL SUCCESSO

Secondo quanto raccontato da Stephenie Landry, vice presidente di Amazon e responsabile di Prime Now e Amazon Fresh a livello mondiale, Prime Now è nato in soli 111 giorni da un progetto chiamato ‘Houdini’, sviluppato da un’idea scritta da lei stessa su un memo. Secondo Landry, per i clienti Amazon era importante ricevere i prodotti che desideravano in meno di un’ora, così Prime Now è passato da essere una start up a un’attività di grande successo, fino alla ‘promozione’ sul sito dell’e-commerce più importante al mondo.

Financialounge - Telegram