Financialounge - Contrarian

Bitcoin? Più che la valuta del futuro, è solo il luna park di Elon Musk

Altro che nuovo oro
di Controredazione 25 Maggio 2021 - 15:10

L’ultimo tweet del patron di Tesla ha ancora mosso le quotazioni della criptomoneta. Ma quale nuovo oro o nuova valuta di riferimento: per il momento è solo il paradiso della speculazione

Ci risiamo. Basta un tweet dell’eccentrico patron di Tesla e le criptovalute ripartono. Più che altro un tentativo perché poi nel corso della giornata il Bitcoin è tornato a perdere terreno, sotto quota 37mila dollari. Nel suo ultimo messaggio su Twitter, il ceo di Tesla prova a ricucire con i trader di cripto, che, come dice lui, “si sono impegnati a pubblicizzare l’uso attuale e pianificato delle energie rinnovabili”. Sono bastate poche parole e il Bitcoin ha ripreso quota.

MA QUALE NUOVO ORO?

Tutto bene, tutto lecito. Musk può ovviamente scrivere quello che gli pare sui social – è la democrazia, bellezza! – ma risulta sempre più difficile considerare le criptovalute come il nuovo oro, come un certo storytelling ha sempre voluto sottolineare. Fior fiore di pseudo esperti del settore parlano delle criptomonete come del nuovo bene rifugio, una sorta di nuovo oro digitale. Fermi tutti. Ma quali sono le caratteristiche di una valuta forte come il dollaro oppure di un bene rifugio come l’oro? La stabilità. Ecco, esattamente l’opposto del Bitcoin.

IL POTERE DI UNO STARNUTO

Non è che serva essere dei premi Nobel per capire che un bene perché si possa considerare “rifugio” deve mettere al riparo l’investitore in un periodo di forte instabilità dei prezzi. Le quotazioni dell’oro ma anche del dollaro si muovono dopo l’intervento delle banche centrali oppure a seguito di cambiamenti geopolitici, mica per uno starnuto via Twitter. Qui basta, appunto, un cinguettio del visionario Musk per far scendere o salire i prezzi in modo impressionante.

IL LUNA PARK DELLA VOLATILITÀ

Paradiso della speculazione, certo. Chi investe nelle cripo culla il sogno di diventare ricco in pochi mesi, ma potrebbe anche fare i conti con la realtà, meno romantica, e perdere tutto anche in meno tempo. Prima Tesla compra 1,5 miliardi in Bitcoin e accetta pagamenti in cripto per le sue auto elettriche a zero emissioni. Poi Musk cambia idea e si accorge che il Bitcoin inquina troppo. Umori e interessi che spesso vanno a braccetto. Viva la volatilità, quindi, per chi sulle montagne russe è forte di stomaco. Perché il Bitcoin più che una valuta o il nuovo oro oggi pare il luna park dello stravagante Elon Musk. Chi vivrà vedrà, ma per il momento tant’è.

Financialounge - Telegram