Lotta al cambiamento climatico

L’impegno di Standard Life Aberdeen: dimezzare le proprie emissioni operative entro il 2025

Il gruppo globale comprendente Aberdeen Standard Investments punta a ridurre l’impronta di carbonio dei dipendenti in smartworking, aumentati esponenzialmente nel 2020

di Redazione 24 Maggio 2021 21:00
financialounge -  Aberdeen Standard Investments cambiamento climatico emissioni ESG smartworking Standard Life Aberdeen
financialounge -  Aberdeen Standard Investments cambiamento climatico emissioni ESG smartworking Standard Life Aberdeen

Standard Life Aberdeen, gruppo globale di cui fa parte Aberdeen Standard Investments, ha annunciato l’impegno di ridurre le proprie emissioni operative del 50% entro il 2025. Il nobile obiettivo della società riguarda anche l’inquinamento prodotto dai viaggi di affari e dallo smartworking e rientra nel traguardo più ampio delle “zero emissioni” da raggiungere alla metà del secolo.

LA PANDEMIA HA CAMBIATO LA NATURA DELLE EMISSIONI


In questi 15 mesi di pandemia, Standard Life Aberdeen, come molte altre realtà, ha visto cambiare radicalmente la natura delle proprie emissioni: se da un lato l’impronta data dai viaggi di lavoro, che nel 2019 costituivano il 65% dell’inquinamento provocato dalla società, nel 2020 è calata al 14%, è anche vero che nello stesso anno Standard Life Aberdeen è passata dall’1% al 95% di dipendenti in smartworking. Il lavoro da remoto rappresenta ora il 55% dell’impronta di carbonio dell’azienda ed è la più grande fonte di emissioni della stessa.

LA COLLABORAZIONE CON PAWPRINT


Per ridurre le emissioni dei propri dipendenti impegnati da remoto, Standard Life Aberdeen ha stretto una collaborazione con l’azienda eco-tech Pawprint per aiutare i lavoratori a misurare, monitorare e ridurre l’impronta di carbonio attraverso una serie di domande e di prove mirate. Il gruppo con sede a Edimburgo confida molto sull’app Pawprint for Business, che permette di raccogliere dati anonimi per analizzare le emissioni associate allo smartworking. L’applicazione informa le persone del loro impatto ambientale per poi guidarle attraverso grandi o piccoli cambiamenti quotidiani.

“COMPENSAZIONE DEL 110% DELL’IMPRONTA DI CARBONIO”


“L’ESG non è un semplice fattore ecologico né un’attività complementare: tutti noi abbiamo la responsabilità di analizzare costantemente i nostri progressi e le nostre ambizioni”, ha dichiarato Stephen Bird, Chief Executive Officer di Standard Life Aberdeen. “Come azienda, abbiamo azzerato le emissioni attraverso la compensazione del 110% della nostra impronta di carbonio e intensificando i nostri impegni in materia di cambiamento climatico speriamo di dar prova del nostro contributo costruttivo alla decarbonizzazione”.
Trending