Prezzi in salita

Occhi puntati sull’inflazione, il possibile catalizzatore del mercato

Mentre la politica fiscale continua a mettere pressione su un’agenda espansiva, per Mark Dowding, CIO di BlueBay, solo una serie costante di dati può iniziare a indebolire la narrativa di un’inflazione "transitoria"

di Leo Campagna 7 Maggio 2021 - 19:00
financialounge - news
financialounge - news

Nei primi giorni di maggio i mercati azionari e i rendimenti dei titoli di Stato hanno scambiato leggermente al ribasso ma con volumi modesti. Mark Dowding, CIO di BlueBay, casa d’investimento specialista del reddito fisso, continua tuttavia a osservare i mercati muoversi in modo laterale, in attesa di un catalizzatore significativo. Gli ultimi dati sembrano confermare che l’economia statunitense sta registrando una solida crescita con, peraltro, un freno alla domanda di espansione per le difficoltà nelle forniture e le carenze in alcuni settori.

SEGNALI DI PRESSIONI SUI PREZZI


“Notiamo segnali di pressioni sui prezzi, con le materie prime in ascesa, in particolare quelli del rame e del legname: i future di quest’ultimo sono saliti di oltre il 400% nell’ultimo anno e del 60% solo nell’ultimo mese, con un movimento dei prezzi molto simile a quello del mercato delle criptovalute”, sottolinea il manager, secondo il quale nel corso del prossimo mese l’indice dei prezzi al consumo statunitense dovrebbe salire dall’1,6% al 2,5%.

IL SEGRETARIO DEL TESORO USA JANET YELLEN


Mentre molti osservatori e la Federal Reserve prevedono al momento che l’inflazione sia destinata a diminuire successivamente, Dowding non è di questo avviso. “Un modesto aumento nelle aspettative di inflazione potrebbe innescare un incremento nel livello dei prezzi più diffuso nei prossimi mesi”. Una tesi quasi “riconosciuta” dal Segretario al Tesoro USA Janet Yellen questa settimana, che ha manifestato le sue aspettative su un aumento dei tassi ad un certo punto.

IL MOMENTUM DEL BITCOIN SEMBRA ESSERSI ARRESTATO


Intanto, mentre il momentum del Bitcoin sembra essersi arrestato, ha attirato l’attenzione la recente salita del Dogecoin. “Le criptovalute sono principalmente un mezzo per la speculazione finanziaria e con le attuali dimensioni di mercato del Bitcoin, è molto più difficile spingerne il prezzo al rialzo in modo esponenziale. Di conseguenza, chi vuole arricchirsi in fretta deve rivolgere l’attenzione a valute più piccole”, spiega il manager di BlueBay. Dowding, tornando ai mercati in attesa di un catalizzatore, si concentra sul mercato del lavoro statunitense e sulle stime di una crescita vicina a un milione di posti di lavoro al mese: previsioni che permetterebbero di far scendere la disoccupazione sui livelli fine 2019 entro gli inizi dell’anno prossimo.

COSA PUÒ FAR RISALIRE I RENDIMENTI NEI PROSSIMI DUE MESI


Il manager, che non esclude una normalizzazione più rapida del mercato del lavoro negli Stati Uniti, segnala che i maggiori dubbi riguardano per quanto tempo questa espansione risulterà sostenibile e quale sarà l’outlook per l’inflazione. “Abbiamo già avuto modo di spiegare che una diminuzione della pressione ribassista secolare sui prezzi coinciderà probabilmente con un’accelerazione ciclica dell’inflazione USA. Non possiamo escludere che la diffusione di un singolo dato possa spingere i mercati a iniziare a scontare questo esito, anticipando le aspettative per un futuro inasprimento monetario. Ciò potrebbe far risalire i rendimenti nei prossimi due mesi, inclusi quelli reali”, riferisce Dowding.

LA NARRATIVA DI UN’INFLAZIONE TRANSITORIA


Tuttavia, aggiunge il manager, mentre la politica fiscale continua a mettere pressione su un’agenda espansiva, solo una serie di dati costanti può iniziare a indebolire la narrativa di un’inflazione "transitoria". “A questo proposito resta nutrito l’elenco delle opere per le infrastrutture e per gli investimenti in tecnologie green negli USA con ricadute sostanziali sull’economia statunitense. Il tutto ancora sotto controllo da parte del Governo, sebbene qualcuno sollevi dei timori in merito a una potenziale sregolatezza fiscale”, conclude il CIO di BlueBay.
Trending