Cambia il biglietto dei mezzi pubblici, entro fine 2021 si pagherà a bordo con carta o smartphone

Pagamento contactless
di Redazione 29 Marzo 2021 - 12:47

L’Emilia-Romagna è la prima regione a estendere la possibilità di pagare la corsa sul bus semplicemente con carta o smartphone su tutto il territorio. Come funziona a Roma e Milano e quali carte sono abilitate al servizio

Pagare semplicemente appoggiando la propria carta di pagamento sul lettore. A Milano per i viaggi in metropolitana è possibile farlo già da più di un anno. Anche a Roma basta un tap. Entro la fine del 2021 in tutti i capoluoghi di provincia dell’Emilia-Romagna si potrà salire a bordo di un bus senza avere un biglietto fisico: basterà la carta di credito o di debito contactless o lo smartphone.

ENTRO IL 2021 IN EMILIA-ROMAGNA

La novità è la possibilità di salire su un bus senza aver fatto prima il biglietto. Si pagherà a bordo, con una carta di credito o di debito, anche prepagata, basta che sia dotata della tecnologia contactless, riconoscibile dal simbolo. Si parte dai capoluoghi di provincia dell’Emilia-Romagna entro il 2021, per poi estendere la modalità in tutta la regione, entro il 2022. Ovviamente, chi lo desidera, potrà continuare a pagare con il biglietto tradizionale.

REGIONE CAPOFILA

L’Emilia-Romagna è la prima regione a estendere la possibilità di pagare la corsa sul bus semplicemente con carta o smartphone su tutto il territorio. Una bella comodità perché permette di salire a bordo senza pensare prima al biglietto. Dopo il debutto sul Marconi Express, il treno su monorotaia che collega l’aeroporto con la stazione Centrale di Bologna, il progetto dei nuovi validatori, in tutto mille e 500, interesserà tutta la flotta su gomma delle quattro aziende della regione. Da questa settimana i nuovi validatori saranno attivi su una linea urbana sia a Bologna che a Parma. Il costo complessivo dell’operazione è di 3 milioni di euro.

PAGARE CONTACTLESS I MEZZI A MILANO

A Milano già dal 2019 è possibile pagare il biglietto della metropolitana semplicemente appoggiando la propria carta contactless al lettore per aprire il tornello. Stessa procedura per uscire a fine corsa. Ora è possibile anche utilizzare questa modalità di pagamento sulle linee 56, 70 e 73: si avvicina la carta al lettore quando si sale a bordo dell’autobus, non serve farlo prima di scendere.

COME FUNZIONA

Basta avere una carta dotata di tecnologia contactless ed essere abilitato ai pagamenti contactless. Tutte le stazioni della metropolitana hanno dei tornelli dedicati. Gli autobus delle linee 56, 70 e 73 sono equipaggiati con la convalidatrice “wireless”. È utile precisare che per pagare un viaggio bisogna sempre usare la stessa carta. In questo modo è possibile anche sfruttare anche il vantaggio della migliore tariffa giornaliera. Occorre utilizzare, però, lo stesso dispositivo di pagamento sia per entrare che per uscire dalla metropolitana. In caso di controlli, basterà mostrare la carta o il dispositivo utilizzato per la convalida del viaggio.

LA TECNOLOGIA NFC

Dal punto di vista tecnico, si tratta di carte di pagamento dotate di tecnologia NFC, “Near Field Communication”, che serve per pagare senza contatto con un Pos abilitato, anche tramite dispositivi mobili, come smartphone o wearable, ossia smartwatch. Per sapere se la carta in possesso è abilitata a questi pagamento contactless basterà cercare la presenza del simbolo tipico, che somiglia a tante piccole onde radio. Tutte le carte più recenti sono dotate di questa funzionalità.

PRIVACY AL SICURO

Atm, l’azienda del trasporto pubblico milanese, precisa che nessun dato relativo alla carta bancaria viene memorizzato. Questo nuovo servizio, infatti, soddisfa gli standard di sicurezza richiesti per qualsiasi operazione di pagamento contactless. Il nuovo sistema, inoltre, calcola in automatico il costo del biglietto, in base alla timbratura, addebitando sul dispositivo utilizzato la tariffa più conveniente. Ad esempio, dopo il terzo viaggio in metropolitana, il sistema addebiterà in automatico il biglietto giornaliero, quindi più conveniente.

TAP & GO ANCHE A ROMA

Da giugno dello scorso anno, anche a Roma si può pagare il biglietto della metropolitana con la carta di credito, di debito o prepagata contactless, oppure con i dispositivi abilitato al pagamento NFC, come smartphone e smartwatch. Atac, l’azienda del trasporto pubblico di Roma, ha installato dei tornelli abilitati in tutte le stazioni metropolitane delle linee A, B/B1 e C e delle ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo e Termini-Centocelle. Anche per chi viaggia sulla metropolitana della Capitale, valgono le stesse regole spiegate per Milano, compresa la possibilità di sfruttare la miglior tariffa, pagando con lo stesso dispositivo.

Financialounge - Telegram