Ecco l’indice che misura quanto manca ancora al mondo post Covid-19

Calcolare la ripresa
di Leo Campagna 1 Marzo 2021 - 18:00

Per cercare di capire quando l’attività economica statunitense e quella mondiale si rimetteranno in carreggiata Columbia Threadneedle Investments ha sviluppato un apposito indice. Ecco come funziona

Misurare l’avanzamento lungo il percorso che ci condurrà al mondo post-Covid. È questa la prerogativa dell’indice compilato dagli scienziati dei dati e dagli analisti fondamentali di Columbia Threadneedle Investments per tenere sotto osservazione le attività svolte negli Stati Uniti, la locomotiva dell’economia mondiale.

L’INDICE DI RITORNO ALLA NORMALITÀ

“L’indice non è stato concepito in base agli indicatori economici come la crescita del PIL ma è stato sviluppato appositamente per misurare le componenti della vita quotidiana, tra cui i viaggi, lo shopping nei negozi fisici, il rientro al lavoro e a scuola e il consumo di pasti fuori casa. Con il graduale ritorno alla normalità, il livello percentuale si avvicinerà sempre più a 100”, spiega Paul DiGiacomo, Responsabile della ricerca azionaria di Columbia Threadneedle Investments. Il focus è sugli Stati Uniti non soltanto perché da sempre guidano l’economia globale ma anche perché sono ormai entrati nel vivo della campagna vaccinale anti-Covid, un fattore decisivo per il ritorno alla normalità che l’indice intende misurare tramite i dati relativi alle attività umane rispetto ai livelli precrisi.

A CHE PUNTO SIAMO

A questo proposito occorre tenere presente che non tutte le attività umane torneranno sui livelli pre-Covid, andando a modificare la definizione di “normalità futura“: la soglia di normalità dell’indice rifletterà pertanto quanto emergerà dalle analisi degli esperti di dati di Columbia Threadneedle Investments e sulla ricerca fondamentale interna. “Di conseguenza l’indice potrebbe centrare la ‘normalità’ sotto quota 100 per via della continua evoluzione delle nostre abitudini: basti pensare, solo per fare qualche esempio, alla riduzione dei viaggi di lavoro e al boom del telelavoro”, sottolinea DiGiacomo.

GLI ASPETTI SOTTO OSSERVAZIONE

Il focus è sul tempo che le persone dedicano a una serie di attività svolte fuori casa al fine di stabilire quanto siamo distanti o vicini al ritorno alla normalità. “Il nostro indice si posiziona attualmente al 58%, circa il 40% al di sotto dei livelli di attività pre-Covid, ma con ampie differenze dei livelli delle diverse attività che compongono l’Indice: il ritorno ai negozi fisici è del 29% al di sotto dei livelli pre-crisi e del 30% quello relativo al ritorno alla routine lavorativa mentre viaggi e intrattenimento distano ancora il 67% rispetto ai livelli pre-pandemia”, specifica l’esperto di Columbia Threadneedle Investments.

COSA POTREBBE ACCORCIARE O ALLUNGARE I TEMPI

Lo scenario ottimistico prevede un’accelerazione del ritmo di distribuzione e inoculazione dei vaccini mentre quello pessimistico, oltre al rallentamento del piano di immunizzazione delle popolazione (per la riluttanza delle persone a vaccinarsi o per mancanza di vaccini), include l’emergere di varianti resistenti agli attuali preparati.

UN AIUTO ALLE DECISIONI DI ASSET ALLOCATION DEGLI INVESTITORI

L’Indice fornisce una mappa che delinea quale potrebbe essere l’aspetto futuro della “normalità” dopo il Covid e quanto tempo ci vorrà per arrivarci. “Si tratta di informazioni che permettono di migliorare le ipotesi formulate dalle aziende e di correggere i nostri giudizi in caso di necessità. Per gli investitori, l’indice del ritorno alla normalità di Columbia Threadneedle, può aiutare ad assumere decisioni di asset allocation ponderate e a formulare aspettative corrette sull’attività di mercato”, conclude il Responsabile della ricerca azionaria di Columbia Threadneedle Investments.

Financialounge - Telegram