UniCredit torna al dividendo

I conti
di Fabrizio Arnhold 11 Febbraio 2021 - 9:13

Il bilancio 2020 si chiude con una perdita netta da 2,8 miliardi. Nel 2021 previste distribuzioni ordinarie e straordinarie di capitale agli azionisti. Mustier lascia la banca, da aprile arriva Andrea Orcel

UniCredit chiude il bilancio in rosso. Una perdita netta da 2,8 miliardi dopo rettifiche su crediti da 5 miliardi “per far fronte adeguatamente all’impatto economico attuale e futuro del Covid-19” e a fronte dei 2,3 miliardi stimati dal consensus degli analisti. I conti sono stati diffusi, a sorpresa, dopo la riunione dell’ultimo cda ieri sera e non, come di consueto, prima dell’apertura del mercato oggi. Il titolo della banca apre a -1,68% in Borsa.

DISTRIBUZIONI ORDINARIE E STRAORDINARIE AGLI AZIONISTI

UniCredit annuncia il ritorno alla cedola, con distribuzioni ordinarie e straordinarie di capitale agli azionisti nel corso del 2021. Nel dettaglio, si legge nella nota diffusa dall’istituto di Gae Aulenti, “la distribuzione ordinaria del capitale sarà conforme alla raccomandazione sui dividendi pubblicata dalla Bce il 15 dicembre 2020, che per UniCredit limita la distribuzione a 447 milioni fino al 30 settembre 2021”.

PAYOUT ORDINARIO DI 268 MILIONI

Alla prossima assemblea sarà proposto un payout ordinario di 268 milioni in dividendi in contanti e 179 milioni in riacquisti di azioni proprie. Per il 2021 è poi prevista “la distribuzione straordinaria di capitale pari a 652 milioni interamente sotto forma di azioni proprie”. Mettendo insieme queste due distribuzioni, UniCredit precisa che “agli azionisti sarà corrisposto nel 2021 un importo totale pari a 1,1 miliardi, costituito da riacquisti di azioni proprie per 800 milioni e dividendi in contanti per 300 milioni”.

L’ADDIO DI MUSTIER

Oggi è il giorno dell’addio dell’ad Jean Pierre Mustier che lascia la banca per far posto ad Andrea Orcel, dal 15 aprile. Nel frattempo UniCredit sarà guidata dal dg ad interim Ranieri de Marchi. Nel quarto trimestre UniCredit ha perso 1,2 miliardi contro i 690 milioni previsti dagli analisti. UniCredit si aspetta di raggiungere nel 2021 un “utile netto sottostante superiore a 3 miliardi” dagli 1,3 miliardi del 2020. I costi sono previsti “in linea con la guidance precedente, fatto salvo l’impatto potenziale dell’evoluzione della pandemia di Covid-19”.

Financialounge - Telegram