Arriva la batteria elettrica per auto che si ricarica in soli 5 minuti

Possibile svolta
di Marco Rubino 21 Gennaio 2021 - 10:02

StoreDot ha messo a punto una batteria a ricarica ultrarapida, ma la principale sfida resta l’adeguamento delle colonnine di rifornimento

Una batteria elettrica per auto che si ricarica in soli cinque minuti segnando un passo significativo verso il raggiungimento di una velocità di ricarica pari a quella dei veicoli a benzina o diesel. A metterla a punto è stata la società israeliana StoreDot negli stabilimenti di Eve Energy in Cina, grazie anche agli investimenti nell’azienda fatti da Daimler, BP, Samsung e TDK con una raccolta che ha portato 158 milioni di dollari nelle casse societarie. Gli israeliani avevano già dimostrato l’efficacia della loro batteria a ricarica rapida nei telefoni, droni e scooter, ottenendo così una fama mondiale in questo campo e ottenendo il premio Pioneer 2020 da Bloomberg New Energy Finance.

LA SFIDA PER LA BATTERIA A RICARICA RAPIDA

Il sistema a ricarica rapida, però, ha bisogno dell’adeguamento alla novità da parte dei distributori di energia elettrica, i quali dovranno potenziare le loro colonnine. Per questo motivo, la società sta lavorando per ottenere una ricarica da 160 chilometri in 5 minuti anche con le colonnine attualmente in uso. Inoltre, la società sta collaborando con Bp per aggiornare le stazioni di ricarica e le reti che le riforniscono per ottenere più potenza dagli attuali impianti di ricarica.

L’IMPORTANZA DELL’AUTONOMIA

“La barriera numero uno per l’adozione di veicoli elettrici non è più il costo, ma l’ansia da autonomia”, spiega il fondatore di StoreDot, Doron Myersdorf. “O si ha paura di rimanere bloccati in autostrada o di dover stare seduti in una stazione di ricarica per due ore. Ma se l’esperienza del guidatore è esattamente come fare benzina, tutta questa ansia sparisce”, aggiunge. “BP possiede 18.200 piazzali e il suo management capisce che, tra 10 anni, tutte queste stazioni saranno obsolete se non le riutilizzeranno per la ricarica. Le batterie sono il nuovo petrolio”, conclude Myersdorf.

Financialounge - Telegram