Fiale ritirate

Primi problemi con temperatura di conservazione per dosi vaccini Pfizer

Messe in quarantena in California e Alabama alcune dosi del farmaco anti-Covid dopo una anomalia nel processo di trasporto

di Fabrizio Arnhold 18 Dicembre 2020 10:41
financialounge -  conservazione Pfizer temperatura vaccino
financialounge -  conservazione Pfizer temperatura vaccino

La temperatura giusta per la conservazione è di circa -70 gradi centigradi. Alcune dosi del vaccino Pfizer, consegnate in Alabama e California sono state conservate, nel tragitto in camion, a -92 gradi centigradi. Queste dosi sono state messe in quarantena e rimandate all’azienda farmaceutica che dovrà valutare se il vaccino è ancora utilizzabile o meno.

LE DOSI IN QUARANTENA


Il vaccino di Pfizer, sviluppato con l’azienda farmaceutica tedesca BioNTech, viene trasportato in vassoi che contengono un minimo di 975 dosi ciascuno, secondo quanto comunicato dai Centers for Disease Control and Prevention, organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti. Il generale dell’esercito Gustave Perna, che coordina il programma di vaccinazione del presidente Donald Trump Operation Warp Speed, ha spiegato che i due vassoi del vaccino, arrivati in due località separate in California, dovranno essere restituiti alla Pfizer, a causa della temperatura di conservazione, scesa a -92 gradi centigradi.

ANOMALIA DA VERIFICARE


Non è chiaro cosa abbia causato l’abbassamento della temperatura durante il trasporto delle fiale di vaccini. “Le spedizioni restituite, per un totale di 3mila dosi, saranno esaminate internamente da Pfizer, per valutarne la qualità”, ha fatto commentato un portavoce di Pfizer. Il programma di consegna dei vaccini non ha subito rallentamenti perché le dosi ritirate sono state prontamente sostituite.

IL VACCINO IN ITALIA IN 3 GIORNI


Quello Pfizer-BioNTech sarà il primo vaccino ad essere autorizzato in Europa, e quindi anche in Italia. Una volta che il vaccino anti-Covid sarà approvato dall’Ema, l’autorità regolatoria europea, il colosso farmaceutico Usa ha fatto sapere che “utilizzerà mezzi di trasporto via terra e via aerea per consegnare” le fiale “direttamente ai punti di utilizzo entro 3 giorni dalla partenza della spedizione dagli stabilimenti”.
Trending